in ,

Morte Fortuna Loffredo, Quarto Grado: omertà impenetrabile sull’orco di Parco Verde

A Quarto Grado i giornalisti e gli esperti in studio hanno cercato di capire il contesto in cui è maturata la violenza prima e l’omicidio dopo di Fortunata Loffredo, la bimba di sei anni, di Caivano scaraventata nel vuoto da settimo piano del condominio in cui abitava.  Il sobborgo Napoletano in cui si è consumato il delitto appare impenetrabile agli investigatori.

caso fortuna loffredo nessuno parla grave clima di omertà

Gli inviati della trasmissione di Retequattro hanno provato ad intervistare i condomini in cui si trova l’abitazione della bambina. Molti dei vicini si sono sottratti alle telecamere, per motivi personali o per paura. La madre di Chicca, come veniva chiamata  Fortuna, continua a ripetere di non essersi mai accorta delle violenze sulla bimba.

Parallelamente alle indagini sulla morte di Chicca, gli investigatori sono impegnati  anche nella ricerca della veritá sulla morte di Antonio Giglio, il bambino di tre anni volato giù dalla finestra della sua abitazione, nello stesso condominio di Chicca, appena un anno prima.  Le due vicende s’incrociano perché  proprio nell’appartamento della famiglia di Antonio, si era recata la piccola Chicca, poco prima di volare giù sul selciato del cortile. Nella vicenda di Antonio Giglio, però c’è una testimone intervistata dai giornalisti di Quarto Grado, che non é stata ancora ascoltata dai magistrati, se dovesse confermare la sua versione, l’ipotesi di una caduta accidentale del piccolo Antonio potrebbe cadere definitivamente, dato che ai microfoni di quarto Grado la donna ha spiegato che il bambino era tenuto in braccio dalla madre in modo ben saldo, poi il volo.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Elena Ceste ultime notizie l'Autopsia probabilmente non potrà stabilire com'è morta

Elena Ceste, a Quarto Grado l’uomo delle cave: “Non aveva intenzioni suicide, noi solo amici”

Anticipazione Un Posto al Sole

Un Posto al Sole 3-5 novembre 2014: complicità fra Scheggia e Viola