in ,

Morte Karina Huff, Eleonora Brigliadori su Facebook: “Vittima della chemio”

“Che peccato!!! Karina era dolcissima. Mi era stata simpatica fin dal pricipio… Un’altra vittima delle cure sbagliate..non si muore facilmente con un tumore al seno a meno di accettare la folle idea di kemio radio e interventi devastanti…”: Eleonora Brigliadori scrive questo post su Facebook (cliccando qui potrete leggerlo integralmente) dopo aver appreso della morte di Karina Huff e subito è scoppiata la polemica.

L’attrice si è esposta, criticando aspramente i metodi di cura ‘tradizionali’ adottati in Medicina per sconfiggere il cancro, sostenendo che la collega inglese ne sarebbe stata vittima giacché di tumore al seno non si muore. La Brigliadori non è nuova a simili esternazioni, e anche ieri in risposta a molti utenti che l’hanno criticata aspramente per quel post ha fatto commenti che lasciano a dir poco perplessi: “Risolvere la causa e curare i pensieri malati.. che generano il tumore…esso é effetto di una nostra libertà di negare il vero senso della creazione”.

Eleonora Brigliadori pare aver sposato (fonte Il Messaggero) la ‘Nuova Medicina Germanica’, un sistema che attiva l’autoguarigione da parte dell’individuo, il cui ispiratore è il dottor Ryke Geer Hamer. L’attrice racconta così la sua esperienza: “I medici mi dissero che avevo solo sei mesi di vita. Avevo già perso mia nonna e mia madre con lo stesso male, e per di più le avevo viste spegnersi tra le atroci sofferenze provocate dalla chemioterapia. Mi ero resa conto che il percorso ospedaliero non agevolava, anzi rendeva ancora più difficile anche il trapasso. Ho deciso di non intraprendere alcuna cura e di non effettuare su di esami invasivi. Sarei dovuta morire, quindi perché farmi bucare, tagliare, aprire?”.

Poi, demonizzando gli effetti della cura chemioterapica ha rincarato la dose: “Non ho fatto la chemioterapia perché sono convinta che vada a creare ulteriori problemi fisici, oltre ad innescare meccanismi di paura. Avevo un carcinoma al fegato che dopo tre anni è sparito, è stato metabolizzato dal virus dell’epatite”.

Per niente scalfita dalle critiche ricevute, la Brigliadori qualche ora fa ha pubblicato un altro post sul suo profilo Facebook, facendo queste puntualizzazioni: “Come sempre i cani da guardia del sistema del farmaco appena vedono affondare la credibilità delle loro cure si avventano a cercare di mordere…gli insulti mi scivolano lontano…non sapete quante persone mi hanno scritto in privato con affetto e per confermare quanto detto…sono tanti ormai che hanno capito… peccato per quelli che dovranno morire per capire…non sarà certo possibile dire che non ho provato ad avvisarli…”.

[dicitura-articoli-medicina]

Francesca Michielin curiosità

Eurovision Song Contest 2016, Francesca Michielin “Nessun grado di separazione” è disco di platino

valigia maternità, baby box italiana, baby box finlandese, baby box italia, valigia maternità ospedale, valigia maternità dove trovarla, valigia maternità cosa contiene,

Valigia Maternità: la baby box finlandese arriva anche in Italia