in ,

Morte Marco Vannini: il 20enne si poteva salvare? Oggi in aula la parola ai periti delle parti

Marco Vannini poteva essere salvato. Lo dice nella sua relazione Ulrico Piaggio, medico legale incaricato dalla procura di Civitavecchia di certificare che il bagnino 20enne di Cerveteri, morto dopo essere stato ferito con un colpo di pistola dal padre della sua fidanzata la notte tra il 17-18 maggio 2015, sarebbe ancora in vita se soccorso in tempo dopo quello che per Antonio Ciontoli “è stato un incidente”.

E oggi in aula presso la Corte d’Assise di Roma, il dottor Piaggio ripeterà davanti ai giudici quanto appurato. Ovvero che “se Marco, nell’immediatezza del grave evento lesivo fosse stato prontamente soccorso e
trasportato nel Pit di Ladispoli, il suo muscolo cardiaco che, malgrado tutto, continuò a battere per ulteriori 3 ore circa, nel giro di 1 ora più o meno abbondante a partire dal momento dell’evento, poteva essere sottoposto ad intervento cardiochirurgico presso il Policlinico Gemelli di Roma”.

>>> Morte Marco Vannini novità sul caso: oggi l’udienza più importante del processo ai Ciontoli <<<

Di avviso opposto i periti della difesa, che saranno sentiti nell’udienza odierna. Sarà una giornata cruciale questa per il procedimento giudiziario in corso a carico della famiglia Ciontoli e di Viola Giorgini. Seguiranno aggiornamenti.

Diretta Lazio-Torino dove vedere in tv e sul web

Diretta Lazio – Torino dove vedere in tv e sul web gratis Serie A

Diretta Verona-Juve Stabia dove vedere in tv e sul web gratis

Diretta Verona – Ascoli dove vedere in tv e sul web gratis Serie B