in

Morte Mario Biondo news: disposta nuova esumazione salma

Morte Mario Biondo ultime notizie oggi: la salma del cameraman palermitano trovato morto in casa a Madrid nel 2013 sarà esumata per la seconda volta. La procura di Palermo ha infatti disposto nuovi accertamenti investigativi sul corpo dell’uomo deceduto in circostanze a dir poco sospette e mai davvero chiarite. Se infatti gli inquirenti spagnoli archiviarono in tutta fretta il caso come ‘suicidio’, grazie all’impegno della famiglia Biondo l’inchiesta è stata riaperta con l’ipotesi di omicidio. Al momento si indaga a carico di ignoti. A maggio un magistrato spagnolo aveva riaperto il caso, che in Italia è affidato ai sostituti procuratori Domenico Gozzo e Rita Fulantelli. Il 5 Novembre presso la Procura si terrà il conferimento dell’incarico ai consulenti tecnici, come come conferma l’avvocato della famiglia Biondo, Carmelita Morreale.

Mario Biondo fu trovato cadavere il 30 maggio 2013 all’interno dell’appartamento di Madrid dove viveva con la moglie, Raquel Sanchez Silva, assente al momento del decesso. Senza vita, appeso alla libreria di casa tramite una pashimina di seta legata attorno al collo. Per la famiglia si trattò di una messinscena: Mario sarebbe stato ucciso e solo in un secondo momento impiccato. Dopo l’esposto dei familiari di Biondo contro l’archiviazione per suicidio, i pm di Palermo aprirono un’inchiesta e disposero la riesumazione del corpo e, in rogatoria, ascoltarono diversi testimoni. Fra questi la moglie del cameraman, showgirl spagnola, che fu invitata approfondire alcune incongruenze presenti nei suoi racconti. La donna disse di avere chiesto alla domestica di controllare se il marito stesse bene perché non aveva sue notizie da diverse ore e di avere appreso dalla donna del decesso alle 17 del 30 maggio 2013. Secondo gli atti dell’inchiesta, invece, la scoperta del cadavere di Biondo risalirebbe alla mattina di quello stesso giorno.

mario biondo news pista omicidio

Raquel disse anche di avere scoperto dal telefono del marito che poche ore prima di morire aveva chiamato uno spacciatore e dall’autopsia sarebbero emersi segni di uso di droga e alcol. Tuttavia dalla analisi dei tabulati telefonici è emerso che il cameraman chiamò una donna e un’agenzia immobiliare. Gli investigatori italiani hanno poi accertato che fu un ingegnere informatico parente di della moglie a controllare il pc di Mario Biondo, e non Raquel in prima persona, come invece da lei riferito. Da quel computer furono cancellati in massa tantissimi dati. Altro fatto importantissimo: il pc di Biondo sarebbe stato usato dopo il decesso dell’uomo. Contraddizioni, quelle del racconto della vedova, mai davvero sottoposte ad attenta analisi.

Potrebbe interessarti anche: Morte Mario Biondo news: foto sconvolgente ferita al collo, “Suicidio non credibile”

Seguici sul nostro canale Telegram

Manovra Finanziaria 2019, Giovanni Tria: “Abbassiamo i toni con UE”

Reddito di cittadinanza requisiti: quali lavori bisognerà svolgere? Ecco tutto quello che devi sapere