in ,

Mostra del Cinema di Venezia 2014: “Tre Cuori” il lato oscuro dell’amore secondo Jacquot

Il regista Benoit Jacquot racconta il lato più oscuro dell’amore nel suo film “Tre cuori” che si trasforma in inevitabile tragedia catapultando lo spettatore ad assistere a delle cose che non vanno come dovrebbero andare. Marc (Benoit Poelvoorde) è un impiegato dell’ufficio imposte che ci sa fare con le donne e un giorno incontro Sylvie (Charlotte Gainsbourg) e tra loro è subito attrazione. Il destino si mette contro impedendo loro d’incontrarsi al loro primo appuntamento. Le loro strade si separano e Marc conosce Sophie, sorella di Sylvie: si sposano, hanno un figlio ma la passione di Marc per Sophie è tutt’altro che sopita.Chiara Mastroianni

Al film non manca una certa tensione che rasenta quasi una suspence da thriller. Jacquot riflette sul destino perché, il più delle volte, non è mai quello che dovrebbe essere. In amore è impossibile essere razionali e tra Marc e Sylvie scatta qualcosa di alchemico che manca nella relazione dell’uomo con Sophie (Chiara Mastroianni).

Londra iTunes Festival a settembre

Londra: dall’iTunes Festival, all’arte, alle aste continuano le attrazioni oltre l’estate

Federica Mogherini nominata Alto Commissario europeo perl la politica estera

Nomine Ue: Federica Mogherini è l’Alto rappresentante per la Politica estera