in ,

Mostra del cinema di Venezia 2016 programma, Shabhaye Zayandeh – rood apre i grandi classici di Venezia 73

Mancano dieci giorni all’inizio della Mostra del cinema Venezia 2016 che si svolgerà al Lido dal 31 agosto al 10 settembre 2016. Grande attesa per un parterre di artisti internazionali pronti a presentare i loro ultimi lavori cinematografici. Tra le rassegne da non perdere, però, c’è anche quella dedicata ai grandi classici. A Venezia 73 la sezione verrà inaugurata dalla pellicola del 1990 dal titolo “Shabhaye Zayandeh – Rood” di Mohsen Makhmalbaf con una rivisitazione da parte dello stesso artista. La pellicola, stando al calendario della Mostra del cinema Venezia 2016, sarà proiettata giovedì 1 settembre alle ore 15 presso la Sala Giardino e venerdì 2 settembre, alle ore 9:30, presso la Sala Volpi.

>>> IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA MOSTRA DEL CINEMA VENEZIA 2016

Shabhaye Zayandeh – Rood è un film del 1990 realizzato in Iran che venne censurato poiché, stando a quanto disposto dal comitato iraniano, andava contro lo spirito della rivoluzione. Vennero tagliate 37’ di scene dal negativo originale e, successivamente, fu vietata anche la proiezione pubblica e la possibilità di realizzare copie di questo lavoro cinematografico. La rivisitazione del 2016, portata in scena per la prima volta al Venezia 73, dura 63’ invece dei 100 minuti originali poiché le parti mancanti sono andate, irrimediabilmente, perse.

>>> TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE SULLA MOSTRA DEL CINEMA VENEZIA 2016

Il regista di Shabhaye ZayandehRood, Mohsen Makhmalbaf, ha voluto spiegare il perché di questa rivisitazione del suo lavoro a distanza di 26 anni: “Ero così distrutto e frustrato, che non potevo pensare di vedere il film col pubblico al cinema. Sarebbe stato come vedere il corpo mutilato e deturpato di una cosa vivente sullo schermo. Alla notizia della censura, accorsero in decine di migliaia per assistere alla prima del film al festival di Fajr in Iran. Il giorno della proiezione, si formarono code chilometriche fuori dal cinema. Qualcuno aveva addirittura aspettato fuori tutta la notte, dalla sera alla mattina successiva, per essere sicuro di entrare e vedere il film. A quelli che riuscirono a vederlo, il film piacque, e venne percepito anche il messaggio che stava dietro. Nella pellicola, videro l’orribile e triste futuro verso il quale li stava portando il governo islamico.”

Pensioni 2017 Opzione Donna

Pensioni 2016 news oggi: Opzione Donna, le lavoratrici fiduciose sulla proroga

Calciomercato 2016

Calciomercato 2016 tutte le trattative concluse in Serie A al 20 agosto