in ,

Mostra del Cinema di Venezia 2016, Wim Wenders presenta Les Beaux Jours D’Aranjuez

Grande attesa per il nuovo lavoro del regista Wim Wenders, presente alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 con un film in concorso dal titolo “Les Beaux Jours D’Aranjuez.” L’artista tedesco, nel corso della giornata odierna, ha presentato alla stampa il suo lavoro accompagnato dal cast e da Paolo Branco. “Sono felice di sapere che Barbera sia un ottimista e penso che il cinema sia un luogo privilegiato – ha affermato Wenders nel corso della conferenza stampa alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 – lo è poiché ritengo sia l’unico posto ancora in cui possiamo farci trascinare all’interno di una storia da un attore. Qui ci isoliamo e seguiamo qualcosa che ci interessa, senza le distrazioni della quotidianità.” Sul tema della pellicola, invece, Wenders ha voluto spiegare come si racconti: “La storia tra un uomo e una donna. Si parla di tutto quel che si dicono due persone al primo appuntamento, le tantissime domande che vengono poste, alcune che non vorremmo mai ricevere.”

Colpisce molto, inoltre, l’utilizzo della tecnica del 3D: Les Beaux Jours D’Aranjuez, infatti, viene proposto in concorso sfruttando la tridimensionalità poiché ha la capacità di: “Consentire allo spettatore di essere all’interno delle storie e guardare con i propri occhi questa storia intensa.” Si può definire un omaggio al cinema francese? Non secondo il regista Wim Wenders: “Il francese è una lingua meravigliosa ma non credo vada visto come un omaggio a questo tipo di cinema.”

Il protagonista di Les Beaux Jours D’Aranjuez, Jens Harzer, ha spiegato come lui sia stato favorito: “Dal teatro, dove ho svolto questo ruolo per uno spettacolo. Wenders lo sapeva e per questo sono stato molto avvantaggiato. Inizialmente sono entrato come voce narrante, il cinema è diverso.”

cape canaveral esplosione

Esplosione a Cape Canaveral: erano in corso i test per il lancio dello SpaceX di Elon Musk

oroscopo capricorno luglio 2016

Oroscopo Paolo Fox Settembre 2016, Capricorno: le previsioni del segno