in , ,

Mostre Napoli 2016/2017, “I Tesori Nascosti” a cura di Vittorio Sgarbi: 150 capolavori dal Medioevo al Novecento italiano

La stagione delle mostre di Napoli per il 2017 si apre con “I Tesori Nascosti”, una grande esposizione a cura di Vittorio Sgarbi che – presentata ieri – racconta in 150 capolavori l’arte italiana dal Medioevo sino al Novecento. Dopo la presentazione avvenuta ieri, la mostra ha aperto oggi al pubblico e sarà visitabile sino al 28 maggio 2017 presso gli spazi della Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta.

“I Tesori Nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” di Vittorio Sgarbi

“La caccia ai quadri non ha regole, non ha obiettivi, non ha approdi, è imprevedibile. Non si trova quello che si cerca, si cerca quello che si trova. Talvolta oltre il desiderio e le aspettative” sono queste le parole che, pronunciate da Vittorio Sgarbi, hanno ispirato l’idea della mostra dal titolo “I Tesori Nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” allestita nella prestigiosa sede espositiva partenopea della Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta. L’esposizione rappresenta una prosecuzione della mostra “Il Tesoro d’Italia” svoltasi durante Expo Milano 2015 che – dopo aver attirato 850mila visitatori – si è in seguito trasferita nelle aree espositive del MuSa – Museo di Stato di Salò, proponendo il percorso “Da Giotto a de Chirico”. A Napoli giunge invece con un’edizione del tutto rinnovata, proponendo tra le 150 opere esposte anche “La Maddalena addolorata”, capolavoro di Michelangelo Merisi detto il Caravaggio.

“I Tesori Nascosti”: il percorso espositivo della mostra

E’ il titolo stesso della mostra a suggerire il leitmotiv di questa grande esposizione suggerendo l’intento di riscoprire e portare alla luce ciò che è normalmente nascosto; il percorso espositivo consta infatti di opere d’arte che non sono esposte nei musei pubblici ma appartengono a fondazioni bancarie, istituzioni e collezionisti privati e quindi difficilmente accessibili e ammirabili dal grande pubblico. Vittorio Sgarbi, critico d’arte nonché curatore della mostra, sottolinea quindi la volontà de “I Tesori Nascosti” di dare spazio al mistero del collezionismo che definisce come “l’interesse per ciò che non c’è”. L’esposizione si propone quindi di dipingere un quadro della “geografia artistica” italiana, tenendo conto delle sue molteplici sfumature nonchè ospitando nella Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta i capolavori provenienti da diverse scuole e regioni. Non solo eterogeneità geografica bensì anche temporale: il pubblico de “I Tesori Nascosti” potrà infatti ammirare opere che rispecchiano un arco temporale racchiuso tra il XII Secolo e il Novecento, una scelta fatta con l’obiettivo di mostrare l’evoluzione artistica di stili e correnti sviluppatesi nel Belpaese.

>>TUTTE LE MOSTRE D’ARTE ALLESTITE IN ITALIA<<

Visitare “I Tesori Nascosti”: date, orari e una guida d’eccezione

Prodotta da Fenice Company Ideas e Radicinnoviamoci e allestita con il patrocinio dell’Arcidiocesi della Città di Napoli, della Regione Campania, del Comune di Napoli e della città Metropolitana di Napoli, con il supporto di Orizzonti Italia, la mostra “I Tesori Nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” ha come main sponsor il gruppo Credem. Come anticipato, l’esposizione curata da Vittorio Sgarbi sarà visitabile da oggi sino al 28 maggio 2017 presso gli spazi della Basilica di Santa Maria Maggiore di Napoli alla Pietrasanta, polo museale recentemente riportato all’antico splendore grazie ai lavori di restauro. L’esposizione sarà aperta da Lunedì a Venerdì dalle 10:00 alle 20:00, Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 23:00 (con estensione fino a mezzanotte da marzo 2017). Infine, il costo del biglietto prevede anche il downaload di un’applicazione che metterà a disposizione i contenuti della mostra, illustrati da una audioguida d’eccezione, il curatore Vittorio Sgarbi. Per tutte le info www.itesorinascosti.it.

Foto: Anton Sminck Van Pitloo, I Templi di Paestum – 1826, Collezione Venceslao di Persio

Amici 16 Andreas Muller abbandona la scuola

Amici 16: Andreas vorrebbe abbandonare la scuola

Capodanno 2017: 5 offerte low cost in Europa