in ,

Mostre Roma Ottobre 2015, “I tanti Pasolini”: dal 24 Ottobre, fotografia, musica, cinema, arte e racconti personali

Al via oggi, Sabato 24 Ottobre 2015, la mostra “I tanti Pasolini”: a Roma, una mostra fotografica realizzata dall’Archivio Riccardi per celebrare il grande intellettuale. Ventisei scatti, di cui molti inediti, in mostra sino al 4 Novembre prossimo allo Spazio 5.

Non solo una mostra fotografica ma incontri dedicati all’arte, alla musica, al cinema e ai racconti personali per celebrare uno dei più celebri protagonisti del Novecento Italiano. La mostra sarà visitabile sino al 4 Novembre presso lo Spazio 5, in Via Crescenzio 99/d. “Nell’ambito delle numerose iniziative che si svolgono nel Paese in occasione dei quaranta anni dalla morte di Pasolini, anche noi abbiamo voluto dare un contributo per onorare la memoria di un grande artista e far conoscere meglio – anche ai più giovani -una figura che rappresenta un vero e proprio patrimonio della cultura italiana del ‘900″ ha spiegato Sabrina Alfonsi, Presidente del Municipio I.

L’inaugurazione della mostra, curata da Giovanni Currado e Maurizio Riccardi, è prevista per il tardo pomeriggio e, a seguire, dalle ore 19 Irene Toppetta presenterà “Le canzoni di Pasolini”. Martedì 27 ottobre, alle ore 17, verrà proiettato il film di Pier Paolo Pasolini “Uccellacci uccellini”: dalle ore 19 dello stesso giorno, invece, ci sarà la proiezione di “Pasolini, la verità nascosta” a cui parteciperà anche Federico Bruno, regista del film. Mercoledì 28 Ottobre, alle ore 17, sarà la volta di “Accattone” mentre, dalle ore 19, si terrà un incontro con Silvio Parrello. Giovedì 29 Ottobre, alle ore 16, verrà proiettato Il gobbo”, film del 1961 di Carlo Rizzani con Pasolini e, alle ore 18, sarà la volta di “Mamma Roma”. La mostra sarà aperta da martedì a domenica, dalle 15 alle 20.

Daniele Baselli e Carlo Ancelotti

Calcio Torino Notizie: Carlo Ancelotti elogia Daniele Baselli

openspace anticipazioni

OpenSpace anticipazioni e ospiti terza puntata 25 ottobre: Salvini, Veronesi e Siffredi in studio