in

Moto Gp, “Carmelo Ezpeleta deve essere arrestato” ecco la bomba dalla Spagna

Mancano pochi giorni al via del secondo weekend stagionale della MotoGp, quando una bomba proveniente dalla Spagna potrebbe stravolgere il circus delle due ruote. Alla vigilia dell’inizio delle prove libere a Termas de Rio Hondo (Argentina) è la Repubblica a rilanciare la bomba in Italia. Il titolo è di quelli forti che non ammettono repliche: “Arrestate Carmelo Ezpeleta, il signor MotoGp”.

Per chi non lo sapesse, Carmelo Ezpeleta è il numero uno di Dorna, società che controlla la MotoGp. A chiedere il suo arresto è “Manos Limpias” il sindacato per i diritti e la giustizia che rappresenta i funzionari pubblici spagnoli, che si è costituito parte civile nel processo allo stesso Ezpeleta. Il procedimento nei confronti del boss della MotoGp, prende il via da una serie di frodi e di fatture che sarebbero state evase, per un totale (stando a quanto afferamato da Repubblica) di 70 milioni di euro.

“Manos Limpias” chiede l’arresto di Ezpeleta in via preventiva a causa della “gravità dei fatti”, ma anche vista la possibilità di “fuga all’estero”, soprattutto in considerazione dei suoi molto frequenti viaggi di lavoro. Ezpeleta era già stato chiamato in causa da Manos Limpias in merito a un ammanco di 4 milioni di euro di incassi derivanti dai biglietti del circuito di Jerez, di cui lo stesso Ezpeleta era tra i responsabili.

Australian Open programma 25 gennaio

Tennis, Miami Open 2016: Djokovic e Raonic avanti, sogno infranto per Zeballos

Montella Milan

Montella: ‘Fiorentina? L’esonero è arrivato tramite mail’