in

Moto Gp, Valentino Rossi non proseguirà col ricorso al Tas: lo dice un giurato

L’eco dei fatti di Sepang e delle ultime gare di Moto Gp continua a risuonare anche a più di dieci giorni dalla fine del campionato 2015; lo scontro Rossi-Marquez fa ancora discutere e continuano a susseguirsi pareri e testimonianze pro e contro il pilota italiano. Oggi è arrivata la testimonianza di uno dei giurati del Tribunale di Losanna secondo cui il pesarese non continuerà nel percorso di ricorso con il Tas.

A sostenerlo è uno dei giurati, Guido Valori, secondo cui Valentino non avrebbe più interesse in quanto la gara di Valencia è stata già corsa e il campionato vinto da Lorenzo è una cosa che non può essere cambiata; ricordiamo che Rossi aveva fatto appello al Tas per chiedere la sospensiva della penalizzazione inflittagli dalla commissione gara che l’aveva costretto a partire ultimo in Spagna e a compiere un’inutile rimonta terminata con il quarto posto.

“Per quanto riguarda il ricorso di Valentino Rossi finora il Tas si è pronunciato solamente sulla sospensiva, senza entrare nel merito della questione, ma non credo che Rossi abbia più interesse a coltivare il ricorso poiché l’ultima gara è stata corsa e non si può più tornare indietro.” Queste le parole del giurato del Tas riportate da Gazzetta dello Sport.

femminicidio a perugia 25 novembre

Omicidio a Perugia: 40enne uccide la moglie a fucilate e si costituisce

Tara Gabrieletto e Cristian Gallella matrimonio rimandato

Cristian Galella su Tara: “E’ diventata ossessiva, voleva le coordinate della mia posizione”