in

MotoGP: Pedrosa si opera, Stoner rifiutato dalla Honda

Dani Pedrosa è stato operato ieri Madrid per cercare di risolvere il problema all’avambraccio destro che lo aveva costretto ad alzare bandiera bianca dopo il GP del Qatar, annunciando uno stop a tempo indeterminato. L’ intervento è durato poco più di due ore ed è stato eseguito dal dottor Angel Villamor, che ha poi rilasciato queste dichiarazioni: “L’intervento chirurgico è stato complicato e aggressivo ed è stata utilizzata una tecnica particolare di microchirurgia. In tutto è durato due ore ed è stato fatto con anestesia locale. Abbiamo esaminato la fascia muscolare, che era ipertrofica e doveva essere aperta e liberata. La fascia è stata sezionata e rimossa dall’avambraccio. Questo aumento di volume del muscolo all’interno della fascia inelastica creava una crescita della pressione all’interno e provocava una dolorosa condizione di privazione di ossigeno, quello che Dani Pedrosa sentiva mentre guidava. Nelle prossime due settimane terremo sotto controllo Dani per valutare il successo dell’intervento”.

Pedrosa visiterà quindi il dottor Villamor nelle prossime settimane per il check up e poi inizierà un programma di fisioterapia personalizzato. I tempi di recupero oscillano tra le 4 e le 6 settimane, in ogni caso per il suo ritorno alle gare bisognerà aspettare l’ok definitivo del dottor Villamor . Dani Pedrosa comunque salterà sicuramente il Gran Premio di Austin e dell’Argentina ed è in forse per il Gran Premio di casa a Jerez de la Frontera. Come suo sostituto è stato nominato il collaudatore Hiroshi Aoyama, il giapponese classe ’81 che fu campione del mondo della 250 nel 2009.

Intanto ha fatto parlare di sé Casey Stoner. Il pilota australiano, che in molti avrebbero voluto vedere tornare in pista sulla Honda, ha dichiarato per mezzo di un tweet “Mi dispiace per tutti, ma non correrò il Circuito delle Americhe il prossimo fine settimana. Sarebbe stato un onore correre al posto di Dani Pedrosa”.  L’ex iridato ha fatto intendere chiaramente che lui avrebbe accettato volentieri l’incarico, ma che è stata proprio la Honda a non volerlo in pista. La casa giapponese, infatti, ha scelto di non mettere ancor più sotto pressione un Marc Marquez che ha iniziato la stagione con un magro quinto posto. Queste le parole del team manager della HRC MotoGP Livio Suppo: “A Casey avrebbe fatto piacere ma non era il caso. Già abbiamo iniziato il campionato con un quinto posto invece di una vittoria. E’ meglio che stiamo concentrati. E poi è vero che sarebbe stato bellissimo per i tifosi, ma Stoner, anche se continua a fare delle prove per noi, non conosceva la pista. I suoi fan avrebbero magari voluto vederlo lì subito davanti, ma sarebbe stata una aspettativa eccessiva perché ormai il livello è altissimo. E’ stato meglio di no, per noi tutti”.

migliori siti shopping online fashion

Siti shopping online? Ecco dove fare shopping fashion e low cost!

Sa Panada piatto tipico sardo

Pasqua 2015 pranzo di carne in Sardegna: ricette veloci del menù della tradizione