in ,

Mountain di Yaelle Kayam recensione dell’opera prima presentata a Venezia

Presentata alla 72esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, nella sezione Orizzonti, l’opera prima dell’israeliana Yaelle Kayam: Mountain. Una giovane donna del quale non si conosce nemmeno il nome con certezza, dato che nessuno si rivolge mai a lei in quanto individuo bensì per il ruolo sociale che ricopre, vive con il marito e i quattro figli in una modesta abitazione adiacente al cimitero ebraico del Monte degli Ulivi. La connotazione paesaggistica è uno degli elementi chiave immediatamente confermati nell’intento della regista che intende esplorare i personaggi attraverso il paesaggio, una dritta importante per codificare quest’opera.

La giovane devota, sposa e moglie, assolve le faccende di casa con frustrazione crescente, malessere acuito dalla siderale distanza con il marito: uomo pacifico e profondamente religioso quanto sottilmente spietato nel non concedere alcuna forma di umanità e soffio vitale alla propria compagna. Così, assolti i doveri domestici, la ragazza vaga ogni giorno per il cimitero, luogo che suggerisce in modo fin troppo smaccato lo status di morte apparente che la divora. Una notte, durante una delle solite passeggiate, la giovane sposa scorge una coppia fare sesso tra le lapidi: quella visione innescherà in lei una miccia che aspettava soltanto una scintilla per esplodere.

La scissione giorno/notte, moglie/puttana, madre/carnefice, sacro/profano prende forma attraverso la condotta della donna che inizia ad avere comportamenti del tutto lontani dall’immagine sociale e familiare che l’avvolge e anestetizza. La regista porta lo spettatore a percepire nitidamente la cappa d’angoscia che pervade la protagonista; discutibile e facilona, invece, la scelta di non svelare mai cosa realmente accada, lasciando al pubblico la facoltà di interpretare anche il tragico epilogo. E’ probabilmente sul finale che la Kayam butta alle ortiche una costruzione interessante che vale certamente la visione del film.

Lewis Hamilton Monza

Formula 1 Gp Monza: Hamilton dominatore, Vettel 2°, Raikkonen 5°, Rosberg fuori

Antonio Conte Calcioscommesse

Qualificazioni Euro 2016, Conte: “Italia – Bulgaria va giocata con rabbia e cuore”