in

Mourinho: “Inter unico club che ho lasciato piangendo”

Josè Mourinho rimarrà per sempre nella storia dell’Inter. In soli due anni di permanenza sulla panchina nerazzurra, l’attuale tecnico del Chelsea ha vinto praticamente tutto, rinunciando (tra le altre cose) a giocarsi la possibilità di vincere la Supercoppa italiana, il Mondiale per Club e e la Supercoppa europea nella stagione successiva, competizioni che ha potuto disputare il suo successore, Rafael Benitez.

José Mourinho

In un’intervista concessa alla BBC, l’allenatore portoghese ha dichiarato quanto segue: “In Italia è stato fantastico, una grande esperienza. L’Inter è stato l’unico club da cui sono andato via piangendo, ma avevo bisogno di nuove esperienze ed ero già stato vicino al Real nel periodo in cui allenavo il Chelsea“.

Mourinho, poi, prosegue analizzando il fascino del Real Madrid: “Il Real è un club dove devi per forza allenare, non volevo finire la mia carriera domandandomi: ‘Perché non sono andato?’“. Sul duello in Premier League: “Non ho detto che battere il City sarebbe il mio più grande traguardo. Vincere la Champions con una squadra portoghese non è stato facile, vincere il Triplete con l’Inter non è stato facile così come non è stato facile vincere il campionato con il Real contro il Barça più forte della storia facendo il record di punti e di gol“.

Erick Thohir

Thohir sogna di avere Messi purché le finanze non ne risentano (Video)

anticipazioni ballando con le stelle

Manuela Arcuri incinta pensa al nome che più l’emoziona per il suo maschietto