in

Multata per guida con Google Glass

Cecilia Abadie fà parte dell’ambito programma Google Glass Explorer, un gruppo di persone che stà sperimentando gli occhiali prima che questi vengano definitivamente messi in commercio. Per far parte del programma le selezioni avvengono in un modo curioso: bisogna mostrare creatività ed ingegno con post di 50 parole da pubblicare su Twitter e Google+ con l’hash tag #ifihadglass

Questa lunga attesa è evidentemente parte della strategia promozionale che è tipica di Google e c’è da credere che, una volta pronti per il lancio, i Google Glass spopoleranno.

Tornando a Cecilia, è stata fermata in California da un poliziotto che, nonostante l’abbia fermata per eccesso di velocità, ha notato che la ragazza stava indossando i Google Glass e non ha esitato a scriverlo addirittura nella multa.

multa

“Driving with monitor visible to Driver (Google Glass)” è la motivazione della multa. In effetti guidare con uno schermo attivo è espressamente vietato ma la domanda sorge spontanea: come faceva l’agente di polizia a sapere che era in effetti acceso? Cecilia ha contestato la multa negando che lo fosse e bisogna dire che non è semplicissimo verificarlo.

I giornali, ma soprattutti i social network, hanno prontamente ripreso la notizia facendo sicuramente una bella pubblicità agli occhiali. Indirettamente l’arguto poliziotto ha fatto pubblicità a Google.

Seguici sul nostro canale Telegram

Verissimo anticipazioni 1 novembre 2013: Lory Del Santo rivela la sua relazione con Ottavio Missoni

Thomas Ince

Calciomercato: Tom Ince verso l’Inter ma la concorrenza di Juve e Ajax è agguerrita (Video)