in

Muore folgorata a 20 anni mentre fa il bagno con lo smartphone in carica

Ormai viviamo in un mondo dove l’uso del cellulare viene prima di tutto, a volte anche prima della nostra vita. Ieri, 9 aprile 2019, dalla Russia è giunta una notizia davvero tragica legata all’uso smisurato degli smartphone. Una ragazza di 20 anni è ha perso la vita all’improvviso per colpa del suo telefonino. La ragazza è morta folgorata nella sua vasca da bagno. Un incidente che si sarebbe potuto evitare se solo la giovane avesse seguito le regole minime di sopravvivenza. Bisogna pensare che entrare in vasca con un telefono in ricarica è come entrarci con un asciugacapelli acceso. E’ pericolosissimo, e quindi è consigliato tenere questi oggetti elettrici il più lontano possibile dalla nostra doccia mentre ci stiamo lavando: acqua ed elettricità non sono per niente amiche.

Leggi anche –> Mario Biondo news, accadeva due giorni dopo la sua morte: la scoperta della madre

La ricostruzione della storia

Il fatto è accaduto ieri, 9 aprile 2019, in una zona a sud di Mosca, capitale della Russia. La ragazza ventenne che ha perso la vita si chiamava Anastasia ed è morta perché ha avuto la malsana idea di entrare in vasca con il cellulare sotto carica. L’acqua e l’elettricità messe insieme sono state fatali per la ragazza che è morta folgorata. A trovare il corpo ed ad allertare i soccorsi è stata la madre, che preoccupata dal fatto che la figlia non rispondesse al telefono da diverse ore si è recata nell’appartamento della giovane per capire che cosa fosse accaduto. Tutto poteva aspettarsi fuorché la figlia fosse morta per colpa di uno smartphone. Purtroppo per la ragazza non c’era più niente da fare e l’intervento dei soccorsi è stato inutile. Il caso di Anastasia però non è un caso isolato in Russia. Per la stessa causa prima di lei sono morte altre quattro persone. Speriamo che queste notizie possano servire da monito e spingere a stare più attenti quando si usano dispositivi collegati alla rete elettrica.

Cosa fare per prevenire tutto ciò

In Italia, ogni anno, sono circa 270 le persone che perdono la vita a causa di incidenti provocati dal contatto con le scosse elettriche. La morte per lesioni elettriche rappresenta la quinta causa di morte sul lavoro e l’1% delle morti accidentali domestiche. Le morti accidentali domestiche molte volte accadono per causa della nostra distrazione o trascuratezza. Se solo stessimo più attenti molti incidenti domestici più o meno gravi potrebbero essere tranquillamente evitati. Quindi prima di usare un elettrodomestico bisognerebbe sempre controllare che non ci siano fili scoperti e che le nostre mani siano perfettamente asciutte. Le mani umide possono essere un ottimo conduttore di elettricità e per questo mai inserire una presa con le mani bagnate, neanche quella di un oggetto come lo smartphone che consideriamo erroneamente innocuo. Neanche il migliore impianto elettrico dotato di interruttore salva-vita può garantirci di non riportare danni.

Leggi anche –> Incidente Lionel Scaloni: ecco come sta il ct della Nazionale Argentina

Megan Markle, il sesso del royal baby rivelato da Serena Williams?

Nadia Toffa, su Instagram spacco profondo e calze a rete: la iena sexy osa come non mai