in

Muove il collo di scatto e si recide un’arteria: 17enne trovato in casa senza vita

Muove il collo di scatto e si recide un’arteria: è una storia incredibile quella che arriva dall’Inghilterra dove un ragazzo di soli 17 anni è morto in modo assurdo per un brusco movimento. La vittima, Ben Littlewood, un giovane di Dueknfield, era in casa al momento del decesso e pare che poco prima di accasciarsi al suolo avesse fatto uno scatto violento che gli sarebbe stato fatale.

muove collo recide arteria

Muove il collo di scatto e si recide un’arteria: la scoperta della mamma allarmata dal ‘silenzio’ di Ben

La vicenda risale allo scorso 3 aprile ma solo adesso sarebbe stata resa nota in seguito alla ricostruzione – avvenuta in questi giorni – della dinamica da parte dei medici. Un incidente fatale per il 17enne. Il ragazzo è stato trovato morto nell’appartamento in cui viveva insieme alla madre e ai fratelli. È stata proprio la mamma a fare la tragica scoperta, allarmata dal fatto che Ben non rispondesse al telefono. Insospettita dalle chiamate senza risposta, la donna si è precipitata a casa dal lavoro, trovando il figlio a terra senza vita.

La diagnosi dei medici: ictus ischemico, una forma molto rara

Allertati nell’immediato i sanitari, per il ragazzo non c’è stato nulla da fare: era passato troppo tempo dal momento in cui si è verificato l’ictus agli istanti dei soccorsi. Nessun intervento è stato possibile. Pare che prima di cadere a terra il 17enne abbia compiuto un movimento brusco con il collo; una torsione violenta e improvvisa che gli avrebbe lacerato un’arteria provocandone la morte. Secondo i medici si è trattato di una forma molto rara di ictus ischemico, resa ancor più insolita dal fatto che si sia verificata in un ragazzo così giovane.

muove collo recide arteria

Leggi anche —> Ferrara, giovane muore a poche ore dalla laurea: eccessi nei festeggiamenti

Beata-Vergine-Maria- di-Loreto-

Il Santo del giorno 10 dicembre: Beata Vergine Maria di Loreto

Alessia Marcuzzi Instagram, posa stravagante ma altamente sensuale: «Capperi, che gnocca!»