in

Musei gratis domenica 3 gennaio 2016: 10 itinerari bellissimi e curiosi in Italia, da Nord a Sud

Voglia di vivere una domenica all’insegna dell’arte? Anche nel 2016 torna l’iniziativa targata Mibact che apre gratuitamente in tutta Italia musei e aree archeologiche: il primo appuntamento è domani 3 gennaio, quando il pubblico potrà visitare tantissimi luoghi dell’arte, da Nord a Sud. Per facilitarvi la scelta, Urban Post ha pensato di selezionare 10 itinerari bellissimi e insoliti, posti incantevoli che forse non avete ancora avuto la fortuna di scoprire.

1. Il Museo archeologico nazionale di Aquileia (Udine): nell’elegante sede di Villa Cassis Faraone (via Roma 1), ha sede uno dei musei al mondo più importanti sulla civiltà romana. Lasciatevi sorprendere dalla bellezza dei mosaici parietali e dalla ricchezza dei suppellettili ornamentali.

2. Il Castello Scaligero di Sirmione: spostandoci in Lombardia, vi suggeriamo di fare tappa in questo maniero perfettamente conservato che si affaccia sul Lago di Garda. L’ideale per chi vuole rivivere un passato glorioso, che si perde tra storia e leggenda.

3. L’Antica Spezieria di San Giovanni Evangelista, a Parma: un luogo incredibilmente suggestivo, dove riscoprire gli antichi strumenti usati un tempo dai monaci per lavorare le erbe officinali. La sede è in Borgo Pipa, 1.

4. La Pinacoteca Nazionale di Bologna (via delle Belle Arti, 56) è un luogo straordinario per immergersi nella bellezza della pittura emiliana e riviverne la storia, attraversando i secoli: approfittatene per riscoprire le opere medievali di Vitale da Bologna e la Saletta di Giotto, o ancora i dipinti della sezione rinascimentale. Imperdibili i capolavori di Annibale e Ludovico Carracci, così come quelle di Guido Reni.

5. Il Museo Tattile Statale “Omero”, Ancona (Banchina Giovanni da Chio 28): uno dei pochi musei tattili al mondo, nato da un progetto innovativo che rende fruibile l’arte anche da persone con disabilità visiva. Ma sorprendente per tutti.

SCOPRI TUTTE LE IDEE PER LE VACANZE SU URBAN VIAGGI!

6. Il Palazzo Ducale di Gubbio. Mai visitato questa splendida cittadina, incastonata tra le colline e le montagne umbre? Il Palazzo Ducale, costruito nel 1470 dal duca di Urbino Federico da Montefeltro, è uno dei simboli della città.

7. Il Castello di Civitacampomarano. In provincia di Campobasso troviamo questo castello angioino, costruito nel Trecento sul dorsale collinare del piccolo comune omonimo; caratteristico per la struttura quadrangolare e per gli ampi finestrati ad arco.

8. Il Castello Svevo di Bari è un maniero del XII secolo costruito ai margini della città vecchia: il punto di partenza ideale per un itinerario alla scoperta della città pugliese.

9. Il Museo Nazionale di Capodimonte, a Napoli. Forse non tutti sanno che in questa località ha sede una reggia dove è possibile apprezzare una ricca collezione di opere italiane e internazionali, firmate tra gli altri da Tiziano, Raffaello, il Parmigianino, Brueghel il Vecchio, El Greco. Sede via Miano 2.

10. Il Compendio garibaldino di Caprera in Sardegna: forse non tutti sanno che sull’isola Maddalena, in provincia di Olbia-Tempio, si trova uno dei dei maggiori musei dedicati a Garibaldi, che proprio qui trascorse gli ultimi 25 anni della sua esistenza.

In apertura: il ponte interno del Castello di Civitacampomarano – Image Credit: Brasiliano/Wikimedia Commons

primo brown morto

Primo Brown morto: Jovanotti, Fabri Fibra e Emis Killa ricordano il rapper

Diretta Manchester City-Real Madrid dove vedere in tv e streaming

Calciomercato Milan news, Isco: ipotesi di prestito?