in

Musei gratis domenica 7 febbraio 2016: da Torino a Napoli, 10 itinerari sorprendenti

Voglia di concedersi una piacevole giornata all’insegna dell’arte? Anche nel 2016 sarà possibile approfittare dell’iniziativa #DomenicalMuseo, che ogni prima domenica del mese torna a svelare al pubblico piccoli e grandi gioielli del patrimonio storico-artistico italiano: ecco 10 itinerari di viaggio inaspettati, da Torino a Roma, fino ad arrivare a Napoli.

1. Ecomuseo “Sogno di luce” di Alpignano, nel Torinese, intitolato ad Alessandro Cruto. Probabilmente non tutti conoscono questo inventore, che pur senza avere una formazione specifica alle spalle riuscirà a scoprire il filamento a carbone delle moderne lampadine: l’itinerario ideale per chi vuole approfondire la cultura scientifico-industriale della zona.

2. Il Castello di San Terenzo, a Lerici. Voglia di un itinerario ultra-romantico? Non mancate di visitare questo maniero quattrocentesco dalla curiosa pianta pentagonale, sorto per proteggere il borgo marinaro e il Golfo dei Poeti.

3. Villa del Bene, a Dolcè: approfittatene di una visita nel cuore della vallata veronese percorsa dall’Adige per riscoprire i tesori di questa villa cinquecentesca, di cui apprezzare in particolare il ricco ciclo di affreschi, dal significato tuttora enigmatico.

4. La casa natale di Giovanni Pascoli. Nell’entroterra forlivese, per la precisione a San Mauro Pascoli, è possibile visitare la casa-museo che attraverso un ricco repertorio di documenti ben testimonia il rapporto di affetto che legava il poeta tanto alla famiglia quanto all’amata terra d’origine.

5. I Giardini di Boboli a Firenze. Ne avete sempre sentito parlare, ma non siete mai riusciti a visitarli? Lasciatevi sorprendere da questo museo naturale, costellato di laghetti, fontane, ninfei, grotte e tempietti: bello in ogni stagione!

6. Il Museo “G.Fattori” di Villa Mimbelli, a Livorno: una buona occasione sia per riscoprire sia la collezione permanente – che rimarrà aperta al pubblico dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 – sia per assistere alla presentazione del libro “Ho inciampato e non mi sono fatta male” di Mirian Rebhun (alle 16, appuntamento nell’ambito del programma per il Giorno della Memoria).

7. Complesso termale di Via Terracina. Siete alla ricerca di qualche itinerario a Napoli? Tra le varie occasioni interessanti, vi consigliamo un percorso archeologico il cui impianto originario risale alla prima metà del II secolo d.C. (prenotazione obbligatoria al numero 0815529002 o al 3488009273).

8. I frantoi ipogei di Palazzo Granafei, a Gallipoli (Lecce), rappresentano un esempio significativo degli antichi stabilimenti di produzione dell’olio: una bella esperienza da vivere per avvicinarsi alla realtà produttiva un tempo fiorente nella città.

9. L’Antiquarium di Torre Cimalonga, a Scalea. Nel Cosentino è possibile visitare un luogo capace di catapultarvi nel passato: i reperti conservati attraversano un lunghissimo periodo, dal Paleolitico Medio all’epoca romana.

10. Teatro Romano a Grumento Nova (PZ). Nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino lucano, si trova un parco archeologico bellissimo, che riproduce un’antica città romana: il teatro è da non perdere!

In apertura: Castello di San Terenzo innevato, foto scattata nel 2009 – Image Credit: Roberto Bertoli/Wikipedia Commons

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

34enne rumena costretta a prostituirsi dal marito

Nardò, seviziata e violentata dal compagno: video shock mentre ingoia escrementi

swap party cos'è, swap party regole, swap party come funziona, swap party italia, swap party online, swap party app,

Swap party: cos’è e come organizzarne uno