in ,

Mussolini: vita sessuale del Duce svelata, a letto era violento e insaziabile

È un profilo del tutto nuovo quello del Benito Mussolini che emerge dalle pagine del libro di R.J.B. Bosworth, dal titolo ‘Claretta: Mussolini’s Last Lover‘ per la Yale University Press. Uno dei tanti lati oscuri della vita del dittatore fascista, quello di un uomo violento e insaziabile tra le lenzuola. Fin dalla sua adolescenza, infatti, Mussolini era un regolare frequentatore di case di piacere.

A coloro con i quali parlava di certi argomenti, raccontava che per eccitarsi aveva bisogno di pensare che la propria amante fosse una prostituta. Di pari passo con il potere, sono cresciute anche le sue voglie: secondo lo storico, Mussolini esigeva rapporti con almeno quattro donne diverse ogni giorno. Per scegliere si avvaleva dell’ausilio dei propri collaboratori; questi tra le lettere delle ammiratrici, selezionavano quelle che più sembrava potessero soddisfare le voglie del dittatore.

Tra le sue preferite c’erano le donne sposate. Come sostiene l’autore, per Benito Mussolini fare sesso era come stuprare: consumava l’atto entro cinque minuti, senza preoccuparsi di far godere la propria amante. Inoltre, preferiva donne di bassa estrazione sociale poiché quelle più ‘potenti’ lo mettevano a disagio e lo intimidivano. Per quelle che invece provavano a resistergli, il rapporto diventava più aggressivo. In una lettera, lui stesso descrive così lo stupro di una giovane donna vergine: “L’ho afferrata per le scale, l’ho buttata in un angolo dietro una porta e…

Il rapporto tra Claretta e Mussolini seguito al viaggio di nozze di lei sarebbe stato molto violento, tanto da lasciarle sulla spalla e nell’orecchio i segni dei morsi. E proprio a lei scrisse: “Perdo il controllo. Perché il mio amore si esprime con una tale violenza?

sarah scazzi news misseri

Sarah Scazzi, Michele Misseri fratello: “Lo uccido”, lo sfogo di Carmine dopo l’arresto

Napoli 0-2 Atalanta risultato finale: highlights e video gol