in ,

Mutui in Italia i più cari d’Europa, Confartigianato: “comprare casa un miraggio”

Il costo dei mutui in Italia penalizza le compravendite immobiliari, e per tantissime famiglie comprare un’abitazione diventa davvero impossibile. Solo nel primo trimestre 2013 le compravendite immobiliari sono in flessione del 13,8% rispetto alla fine del 2012, e ciò nonostante la diminuzione di 27 punti base registrata nell’ultimo anno, così come per i carburanti anche i mutui si confermano i piu’ cari d’Europa con un tasso medio d’interesse, a maggio 2013, pari al 3,53%, superiore di 66 punti base rispetto al tasso del 2,87% dell’Area Euro.

E’ un rapporto Confartigianato a fornire i dati, risultati che spiegano chiaramente il livello profondo della crisi del mercato immobiliare e, in generale, del settore delle costruzioni, mentre il Governo si appresta a presentare il Piano Casa da 5 miliardi per sbloccare i mutui e agevolare l’acquisto di abitazioni. Segnali di difficolta’ arrivano dalla diminuzione del 37,4%, registrata tra il 2012 e il 2011, del numero di mutui e finanziamenti per acquisto di abitazioni.
edilizia-casa


La percentuale di acquisto mutui in Italia è in controtendenza rispetto a quanto avviene nell’Eurozona, dove a giugno 2013, il pacchetto di mutui per abitazioni e’ in crescita dello 0,8% rispetto al mese precedente. In altre nazioni ciò non avviene infatti in Francia si segnala un aumento del 2,7% e in Germania del 2,1%. E’ la stessa Confartigianato a fornire i dati record negativi dell’Italia rispetto agli altri Paesi dell’Ue: Italia 3,53%, la Francia si ferma al 2,77%, la Spagna al 2,90%, la Germania al 2,91%. Er quanto riguarda la situazione nazionale il rapporto di Confartigianato evidenzia che, sul totale dei prestiti alle famiglie per acquisto di abitazione, l’80,8% si concentra nel Centro-Nord e il restante 19,2% nel Mezzogiorno.

Seguici sul nostro canale Telegram

Stasera in diretta Tv: Superquark, The Mentalist IV e Hulk

Latte crudo: è obbligatorio bollirlo prima di berlo