in ,

Naike Rivelli provocatoria al Giffoni Festival: trasparenze e trash

Ieri, in occasione della giornata conclusiva del Giffoni Festival edizione 2014, sul red carpet anche Ornella Muti e sua figlia Naike Rivelli. L’una, sobriamente abbigliata, in tutta la sua intramontabile bellezza, l’altra, trasgressiva e provocatoria. Naike si è presentata vestita con un abito nero trasparente monospalla, che lasciava volutamente intravedere il reggiseno push-up e le coulotte modello ciclista. Occhiali in stile “Lolita”, sguardo ammiccante ed in mano un enorme ‘lecca lecca’ e lingua in bella vista, quasi a voler scimmiottare le stravaganze della cantante Miley Cyrus.Naike Rivelli provocante al Giffoni Festival

Del resto ormai lo sappiamo che la primogenita di Ornella Muti ama stupire e provocare: è nota a tutti la galleria di immagini ‘hot’ diffuse via social, dove la si vede posare in selfie sexy e video che sconfinano nell’hard. E poco importava, ieri, se la mise da lei scelta non era adatta ad una rassegna cinematografica per ragazzi, anzi, mai location fu più azzeccata per attirare a sé i flash dei fotografi.

Una caduta di stile, quella di Naike, che si aggiudica il primato delle ‘peggio vestite’ al Giffoni Festival, spodestando lo spacco inguinale del baby-doll indossato da Lorella Boccia che qualche giorno fa aveva catalizzato l’attenzione degli astanti.

Il PSG vuole Di Maria

Calciomercato PSG: pronti 80 mln per Angel Di Maria

Cris Cab canzone dell'estate 2014

Anticipazioni Coca Cola Summer Festival, puntata finale 28 luglio 2014: Cris Cab domina la kermesse, Fiorella Mannoia regina della serata