in ,

Napoli, 17enne ucciso in strada: era lui l’obiettivo dei killer

Non si è trattato di un errore. Il 17enne napoletano freddato all’alba di domenica nel rione Sanità era l’obiettivo dei killer. Se infatti inizialmente si era pensato che il giovane fosse stato colpito per errore da un proiettile vagante esploso durante un raid punitivo tra gang rivali, la polizia ora starebbe scartando siffatta ipotesi.

L’agguato mortale è stato l’ennesimo episodio di ‘esecuzione di camorra’ in piena regola, un regolamento di conti tra bande rivali che da tempo va avanti nei quartieri del centro storico: il 17enne, che aveva alcuni precedenti penali, doveva essere eliminato. È stato raggiunto da un solo proiettile, esploso per farlo fuori.

Cresce l’allarmismo per questa inarrestabile escalation di violenza nel Napoletano, per questo il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ieri ha annunciato che occorre: “Rafforzare ulteriormente la presenza delle Istituzioni sul territorio napoletano, perché siamo al fianco dei tanti cittadini onesti che possono e devono contare sullo Stato a difesa della legalità e nella lotta alla criminalità”.

Pulire le zanzariere, metodi fai da te efficaci e veloci

Pulire le zanzariere, metodi fai da te efficaci e veloci

Tenzone Aurea Ferrara 2015

Tenzone Aurea 2015: a Ferrara il Campionato di sbandieratori, tra musici e spettacolo