in ,

Napoli, bambino senza ossigeno non può andare a scuola: mancano gli operatori

Si chiama Francesco ed ha 7 anni il bambino che, affetto da crisi respiratorie, non può frequentare la scuola elementare perché non ci sono operatori Oss per l’assistenza.

Il fatto accade nella Quarta Municipalità di Napoli alla scuola elementare “Ruggero Borghi”: il piccolo Francesco quest’anno, almeno alle condizioni attuali, non potrà frequentare la scuola né, tanto meno, far valere il suo diritto allo studio perché malato. Il bimbo soffre infatti di una grave forma di epilessia che, causandogli crisi respiratorie, richiede l’utilizzo di ossigeno qualora il piccolo avesse necessità di soccorso immediato.

Né gli insegnanti né altri collaboratori scolastici possono però adempiere a queste mansioni: sono infatti necessari gli operatori Oss, operatori socio sanitari in grado di fornire assistenza in caso di crisi respiratoria. Nonostante la denuncia di Armando Coppola, Presidente della Quarta Municipalità di Napoli, però, il Comune sembra non aver ancora provveduto alla ricerca di personale Oss così da garantire il diritto allo studio al piccolo Francesco.

Cesare Cremonini Più che Logico Tour 2015, Cesare Cremonini maggese

Cesare Cremonini, al “Più che Logico Tour 2015” torna anche la storica “Maggese”

Grecia Default Italia

Grecia vigilia elezioni, ultimi sondaggi: Syriza in vantaggio