in

Napoli calcio, Sarri pensa al cambio di modulo: dal 4-3-3 al 4-2-3-1, ecco come cambia la squadra

A differenza di Mazzarri e Benitez, tecnici che hanno allenato il Napoli e che erano legatissimi al proprio stile di gioco e soprattutto al proprio modulo, Maurizio Sarri sin dall’inizio ci ha abituati a dei cambi in corsa: il tecnico toscano ha iniziato al Napoli con il fedelissimo 4-3-1-2, che tanto bene fece ad Empoli, salvo poi cambiarlo con il 4-3-3 perchè Insigne e la squadra rendevano poco con il primo. Dal 4-3-3 con Higuain prima e Milik poi, Sarri è passato in seguito al falso nueve, reinventando Mertens punta centrale. Adesso, dopo il pieno recupero dell’attaccante polacco, il tecnico del Napoli sta pensando di passare al 4-2-3-1, adattandosi a Juventus e Roma.

Il toscano è pronto a lanciare nella mischia anche Arek Milik, rivitalizzato dopo il ritorno al gol contro il Sassuolo. Sarri sarebbe costretto a sacrificare dunque uno dei centrocampisti, molto probabilmente Allan, alzando il capitano Marek Hamsik sulla linea mediana. Nel ruolo di trequartista agirebbe Mertens, tutto fare del Napoli, mentre il polacco andrebbe a ricoprire il ruolo di punta centrale. In panchina, inoltre, non è da trascurare la figura di Leonardo Pavoletti, autore di quattordici gol la scorsa stagione con il Genoa.

Sarri però resta cauto: il cambio di modulo, in un momento così importante della stagione, potrebbe avere sia un risvolto positivo che negativo. Il 4-3-3 resta una garanzia, anche se Milik scalpita in panchina e vuole presto recuperare il posto da titolare.

Alessia Cammarota Uomini e Donne news

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: ospiti Aldo e Alessia

DELITTO CIRò MARINA NEWS QUARTO GRADO

Omicidio Antonella Lettieri: Fuscaldo ricattato per soldi? Parla la sorella della vittima