in

Napoli, cibo avariato e rosicchiato dai topi nelle mense scolastiche ed ospedaliere

Napoli e l’Italia intera è sotto choc per quanto emerso dall’ultima inchiesta della Procura partenopea: cibo avariato e contaminato dai topi sarebbe stato servito per mesi in numerose mense scolastiche ed ospedaliere di tutto il Paese. Per i disonesti appaltatori un buon modo di ricavare profitti al netto dei costi delle materie prime. Dietro alla Puliedil srl, società che opera nel settore delle mense in scuole ed ospedali, vi sarebbe infatti un’estesa organizzazione che comprende imprenditori, dirigenti sanitari ed amministratori pubblici coinvolti nel raggiro.

mensa napoli

Questa società a delinquere avrebbe gestito diverse gare truccate per garantire gli appalti alla Puliedil srl., in cambio dell’assunzione di persone suggerite dai pubblici amministratori. Sei le misure cautelari finora eseguire dalla Procura di Napoli, dagli arresti domiciliari per Nicola Summa, responsabile della Puliedil , all’obbligo di dimora e sospensione dai pubblici uffici. Le accuse sono quelle per associazione per delinquere, corruzione, truffa, frode nelle pubbliche forniture, falso e turbata libertà degli incanti.

Secondo l’accusa, la Puliedil avrebbe fornito alimenti e prodotti diversi, in quantità e qualità, rispetto a quelli stabiliti nelle gare d’appalto. In particolare, in un istituto nel Salernitano sarebbe stata somministrata acqua di rubinetto al posto di quella minerale. Agli anziani dell’istituto di Val della Torre, in provincia di Torino, la Puliedil avrebbe invece fornito carne di bovini provenienti dalla Polonia, anziché di razza piemontese. La sorte peggiore è però toccata ai bambini di una scuola di Camposano, a Napoli, che avrebbero mangiato prodotti scaduti e rosicchiati dai topi.
photo credit: Moe_ via photopin cc

jump stasera mi tuffo

Jump! Stasera mi tuffo: ha vinto Stefano Bettarini

Inter nuovo stadio

Curiosità Inter: quando Oriali preferì Obodo a Rooney e Milner