in ,

Napoli, false cittadinanze 300 calciatori coinvolti e 2 arresti: al centro anche la Serie A

Napoli, false cittadinanze 300 calciatori coinvolti e 2 arresti: al centro anche la Serie A

E’ stato smascherato un altro giro di denaro sporco nel napoletano, dove 300 calciatori brasiliani si rivolgevano per ottenere la cittadinanza italiana in virtù dello ius sanguinis (diritto di cittadinanza per sangue, ndr) nonostante non avessero i requisiti previsti dalla Legge. Secondo quanto riportato da l’Ansa, infatti, sono state arrestate le due persone che gestivano queste operazioni, il dipendente comunale di Brusciano e il titolare di un’agenzia di pratiche amministrative di Terni.

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CALCIOMERCATO

Gli indagati sono ritenuti colpevoli di corruzione, falsità ideologica e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Alcuni di questi calciatori fanno parte del campionato italiano di Serie A, in particolare del Palermo, del Monaco (campionato francese), Atletico Mineiro e Sporting Club Internacional (campionato brasiliano) e Red Bull Brasil (campionato brasiliano B). Molti altri, invece, sono calciatori che giocano in squadre di calcio a cinque.

Pratiche false per aggirare le norme e diventare così cittadini italiani. Lo stratagemma sarebbe stato scoperto dai carabinieri del gruppo di Castello di Cisterna, in provincia di Napoli, dopo che nel piccolo comune di Brusciano risultavano aperte più di 400 pratiche per ottenere la cittadinanza italiana grazie allo ius sanguinis. Un numero evidentemente troppo alto che ha portato ad avviare le verifiche. Tra i primi nomi venuti fuori ci sarebbe quello di Bruno Henrique Corsini, centrocampista del Palermo.

RIMANI AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS DI SPORT CON URBANPOST

Dayane Mello e Alex Belli: flirt tra i due naufraghi de L’Isola dei Famosi?

Belen Rodriguez e Fabrizio Corona

Fabrizio Corona madre: Belén, soldi in nero, vita privata, parla Gabriella Corona