in ,

Napoli, gioielliere trovato morto a Marano: “Una scena raccapricciante”

Un gioielliere è stato ucciso a Marano, provincia di Napoli. Si chiamava Salvatore Gala, 43 anni, ed era titolare di una gioielleria a Marano. I carabinieri non hanno dubbi sul fatto che si tratti di un omicidio. Il negozio è stato trovato a soqquadro e la cassaforte completamente vuota. I carabinieri di Giugliano, diretti da Antonio De Lise, stanno cercando di ricostruire la vicenda e non escludono nessuna ipotesi.

—> Le ultime notizie di cronaca con UrbanPost

Ipotesi rapina non unica strada

Le forze dell’ordine indagano su ogni ipotesi anche se quella della rapina, a quanto trapela, non sarebbe quella privilegiata. Il delitto – l’uomo è stato ucciso con un solo colpo di pistola – potrebbe essere avvenuto ieri sera. Tra le persone che i carabinieri di Giugliano in Campania (Napoli) stanno ascoltando in caserma, figura anche la ex moglie della vittima.

—> Tutte le notizie di cronaca nera 

Gioielliere trovato morto a Marano (Napoli): la testimonianza

“Quando ho aperto il negozio, alle 6.40, – racconta Giuseppe Iavarone alla stampa – la saracinesca della gioielleria era già aperta. Non ho sospettato che fosse successo qualcosa. Poi è arrivata la zia, cha ha bussato alla porta del negozio, ma nessuno ha aperto. Alle 9 è tornata la sorella, che poi si è recata a Qualiano, dove la famiglia abita, per recuperare le chiavi di riserva. Quando è tornata ha chiesto a me il piacere di aprire il negozio. Mi sono trovato di fronte un negozio messo a soqquadro. La cassaforte era aperta è vuota. Quando mi sono affacciato al bancone davanti mi sono ritrovato una scena raccapricciante: Salvatore era a terra, in una pozza di sangue. Non so dire se è stato vittima di un colpo di pistola o di una martellata in testa”

Pier Silvio Berlusconi compleanno: festa privata con dolce sorpresa finale (FOTO)

Festa della Mamma 2017: lavoretti fai da te e frasi d’auguri per un regalo originale