in ,

Napoli, rissa in discoteca: pestato a sangue il figlio di Francesco Schiavone, super-boss dei casalesi

Una rissa in discoteca con 50 ragazzi che si prendono a calci e pugni, ma i titolari non chiamano la polizia. Uno dei coinvolti viene pestato a sangue ed è qui che cambia lo scenario: quella che sembrava solo una zuffa tra ventenni ubriachi diventa un pericoloso affronto a uno dei clan camorristici più temuti della Campania. Il giovane pestato si chiama Ivanhoe Schiavone ed è il quarto dei sette figli del boss Francesco Schiavone, alias Sandokan.

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Rissa in discoteca: pestato a sangue il figlio di Francesco Schiavone

Secondo quanto riporta il quotidiano Il Mattino, la rissa sarebbe avvenuta nei giorni scorsi in un locale a Carinaro. La prova starebbe in un video, circolato nei giorni seguenti ed è solo così che la storia è divenuta di dominio pubblico. Così si sono attivate la procura di Napoli Nord e la Dda.  Nessuno dei protagonisti, a quanto risulta, sapeva del coinvolgimento del figlio di Sandokan, nemmeno tra quelli che lo hanno pestato, tra i quali ci sarebbe il nipote di un camorrista di Marano.

Francesco Schiavone figlio pestato a sangue: la ricostruzione de Il Mattino

Come riporta May Liguori sulle colonne de Il Mattino, il rischio che si possa scatenare una guerra di Camorra è concreto: “Gli ingredienti per l’innesco di una reazione a catena dalle imprevedibili conseguenze ci sono, insomma, proprio tutti […]. Ivanhoe Schiavone è stato arrestato, processato, assolto e scarcerato nel 2015 dalle accuse di avere fatto parte del clan del padre. Dal dicembre 2016 non è più sorvegliato di pubblica sicurezza. Bruno, supertatuato, coperto di griffe dalla testa ai piedi, Ivanhoe è una star di Facebook. E, proprio sui social, starebbe circolando quel video in cui lo si vede vittima del pestaggio”.

Assunzioni Trenord 2017 capotreno e macchinisti: 150 posti di lavoro, requisiti e come candidarsi

foggia incidente stradale 4 morti oggi

Incidente A22 Trento: due morti, autostrada bloccata