in

Napoli-Siena 2-1, Reti di Grillo, Cavani e Hamsik

De Laurentiis Cavani

“Oggi è la festa della mamma e noi tutti sappiamo che il Napoli è la mamma di tutti noi tifosi!” Così il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha iniziato il suo discorso oggi pomeriggio prima della partita. Un discorso che ha ritardato l’inizio del match ma nel quale il presidente azzurro ha espresso tutto ciò che ha caratterizzato questa scalata del Napoli dalla serie C alla Champions.

Un ringraziamento particolare ai tifosi, ma anche a Mazzarri che in questi 4 anni ha raggiunto livelli sopra le aspettative. Alla fine il presidente ha annunciato due amichevoli: una con il Paris Saint Germain di Lavezzi e un quadrangolare a Londra con Arsenal, Porto e Galatasaray.

Ma veniamo alla partita: le due squadre non avevano nulla da chiedere, il Napoli già qualificato per la Champions, dopo il risultato della scorsa Domenica, e il Siena già retrocesso dopo il pari del Genoa con l’Inter nella partita delle 12.30. Gli allenatori quindi hanno dato spazio a coloro che hanno giocato di meno in questa stagione.

Nel Napoli Mazzarri ha schierato dal primo minuto Grava (in via straordinaria capitano quest’oggi), Rolando, Mesto, Armero, El Kaddouri e Calaiò, mentre Iachini ha mandato in campo Calello, Vitiello (ritornato dopo la squalifica di un anno), Grillo e Agra. Nel primo tempo il Napoli crea tanto, in un quarto d’ora coglie una traversa e un palo con Cavani, ma è il Siena a passare in vantaggio al 35′ con uno schema su calcio piazzato, lasciato libero Grillo che d’esterno sinistro sigla il suo primo gol in serie A all’esordio con la maglia del Siena.

Il Napoli cerca il riscatto, ma al 41′ Pegolo compie un miracolo ancora una volta su Cavani. Nel secondo tempo Mazzarri fa entrare Insigne al posto di Grava, standing ovation per il difensore che molto probabilmente lascerà il capoluogo campano a fine stagione e dal 2005 fino ad oggi ha sempre giocato con la squadra partenopea collezionando 152 presenze e 2 gol ed è l’ultimo reduce (insieme a Calaiò) del Napoli della serie C.

Il Napoli pareggia al 73′ quando da calcio di punizione fa da sponda Cannavaro, tocca El Kaddouri, la palla finisce ancora una volta sulla traversa, ma poi arriva il tap-in a porta vuota di Edinson Cavani che fa 103 con la maglia del Napoli. Quando la partita sembra concludersi sul risultato di 1-1, un lancio di Rosati fa partire il contropiede del Napoli, con Hamsik che supera Pegolo con un grandissimo pallonetto.

Dopo il triplice fischio finale la festa continua con l’allenatore che incita i suoi ragazzi a fare il giro del campo, il pubblico risponde applaudendo la squadra che quest’anno ha raggiunto tutti i record possibili e attualmente ha il miglior attacco della serie A.

Ecco l’1-0 griffato Grillo:


Il pareggio di Cavani:


E il gol vittoria di Hamsik:


Written by Vincenzo Mele

Nato a Napoli il 13 Agosto 1996, si è diplomato al Liceo Classico Adolfo Pansini, in Napoli. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere moderne all'Università Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di sport, tv e gossip.

cielo che gol

Cielo che Gol e il dolore di Raffaella Fico

amici 2013

Anticipazioni Amici 2013: Lorella ed il suo ricordo più bello