in ,

Napoli, studenti si scattano selfie vicino cadavere: era un 18enne scomparso

Hanno trovato il cadavere di un ragazzo scomparso da alcune settimane e si sono intrattenuti scattandosi selfie vicino al giovane privo di vita; sembra una scena impossibile e irreale ma è quanto è successo a San Giovanni a Teduccio, nella zona est dell’hinterland napoletano, dove poco prima di mezzogiorno un gruppo di studentesse si è fermata per alcuni scatti shock che in breve hanno fatto il giro della rete.

Il cadavere nella fossa è quello di Vincenzo Amendola, giovane scomparso da due settimane e di cui si erano perse le tracce lo scorso 5 febbraio; la famiglia si era anche rivolta a Chi l’ha visto? per cercare di ritrovare il ragazzo che non aveva alcun precedente penale; il suo corpo era sepolto sotto circa un metro e mezzo di terra in un campo poco distante da due scuole.

Sul luogo del ritrovamento anche il fotoreporter Marco Sales che ha così descritto la scena ai colleghi di Repubblica: “Sapevano benissimo ciò che era successo: siamo arrivati insieme e ho sentito che, fra di loro, dicevano: ora lo fotografo per mandarlo a mia madre”.

fb advertising

Facebook Messenger login: nuova pubblicità in arrivo per i brand

Il Segreto anticipazioni settimanali 21-27 febbraio: Aurora torna, ecco perché