in ,

Napoli, un sindaco gay difende Sarri: “Scatenata una tempesta mediatica”

Quanto accaduto ieri nel match di Coppa Italia tra l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri e il tecnico dell’Inter Roberto Mancini, con il primo che ha apostrofato il secondo con alcuni epiteti omofobi ha scatenato un vero e proprio caso mediatico che ha scosso il capoluogo campano e anche il mondo del calcio; tutti i giornali e i media non fanno altro che parlare di quanto detto dal tecnico dei partenopei, con la città che si è divisa.

A difendere però Maurizio Sarri e a cercare di sdrammatizzare quanto accaduto ci ha pensato il sindaco gay di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno, che ha sottolineato come la tempesta mediatica abbia sollevato un polverone che non è da prendere in modo così serio. Quanto è successo invece dovrebbe sensibilizzare maggiormente su altre tematiche secondo il primo cittadino del comune del napoletano; di seguito alcune frasi di Zinno, tratte da Gazzetta dello Sport:

Le frasi di Sarri sono ovviamente da stigmatizzare, perché gli insulti dovrebbero essere lontani dal mondo del calcio e dello sport. Se la lite tra Sarri e Mancini aiutasse i moralisti a prendere consapevolezza delle discriminazioni a cui sono sottoposti i gay ogni giorno, ne sarei molto felice: vorrebbe dire che il nostro Paese sta finalmente procedendo sulla strada di un totale riconoscimento dei diritti per tutti, facendo in modo che io possa legalmente unirmi con il mio compagno.”

Facebook Login password

Facebook login news: password a rischio, la più usata è 123456

vasco rossi ospedale bologna

Vasco Rossi visita i bambini ricoverati al Rizzoli di Bologna: “I bambini sono stupendi, e sono molto più seri di noi”