in ,

Nasa: il disco volante per andare su Marte è realtà

La Nasa ha testato ieri ad Honolulu alle Hawaii il suo disco volante per andare su Marte. Lo comunica la stessa agenzia spaziale americana che ha effettuato una sperimentazione del suo prototipo nella stratosfera e nella mesosfera. Il disco volante è ovviamente un nomignolo, dietro al quale si coglie l’estrema complessità di un viaggio spaziale sul Pianeta Rosso.

logo nasa 2

Un viaggio interplanerario su Marte dovrebbe essere effettuato con equipaggiamenti molto più grandi rispetto a quelli che noi semplici umani abbiamo conosciuto finora. Inoltre, il sistema di sbarco sul pianeta dovrebbe essere completamente nuovo rispetto a quello usato da Armstrong per mettere piede sulla luna. Da qui, il disco volante della Nasa. Il suo nome scientifico è LDSD, ovvero Low-Density Supersonic Deceleration, deceleratore supersonico a bassa densità. Si tratta di un complesso velivolo in grado di decelerare all’interno dell’atmosfera marziana. Ma perchè è chiamato disco volante?

Evidentemente per la sua forma. L’LDSD è infatti una mega ciambella in testa alla quale si apre un paracadute di dimensioni ragguardevoli. Dalla Nasa fanno sapere che il test effettuato ieri alle Hawaii ha dato esiti positivi. 150 milioni spesi bene, a quanto pare.

Cellule staminali

Mini-cuori da laboratorio: usati per testare potenziali farmaci

mostra scultura corpi detenute Milano

“Impronte sfiorate”: mostra di scultura a Milano dal 4 luglio 2014