in

Natale 2014, regali: come fare a non deludere i bambini il giorno di Natale

La magia della notte Natale è quella che i bambini amano di più nell’anno. Arriva Babbo Natale, carico di doni e loro si sentono al centro dell’attenzione, vivendo questo momento tra sogno e realtà. La gioia che provano nell’aprire i pacchi, la sorpresa, l’idea di scoprire cosa c’è dentro quei pacchi che brillano sotto l’effetto delle luci dell’albero di Natale, tutto è magia. Per vivere serenamente questo momento magico insieme ai vostri bambini ecco alcuni consigli degli psicologi, affinché ogni Natale sia un momento di gioia ma anche di crescita educativa.

Orientate i vostri piccoli nelle scelte dei giochi da chiedere a Natale: i piccoli tendono a chiedere tutto ciò che vedono nella pubblicità. Sembra che siano loro a scegliere, in realtà, invece, il bambino resta affascinato e anche un po’ “ipnotizzato” dagli spot pubblicitari. Scrivete insieme a loro la letterina a Babbo Natale spiegando anche che non potranno arrivare tutti i giochi che chiede, perché Babbo Natale, ha molti bambini in giro da accontentare. In questo modo, si accresce ancor più nel piccolo l’attesa e la sorpresa.

Evitare di regalare ai bambini giocattoli troppo complicati, che si muovono da soli, o ripetono in continuazione le stesse frasi, possono stupirlo all’inizio, ma poi lo annoiano. In realtà, di questi giocattoli solo gli adulti ne capiscono il vero valore.

-Ci sono sempre più bambini che chiedono in regalo scarpe o magliette firmate, ma in realtà queste sono esigenze indotte proprio dai genitori: gratificare il bambino vestendolo con capi firmati, è in realtà dannoso perché frena la creatività e il gusto personale. Se li si accontenta troppo, si abitueranno a pretendere sempre di più.

-Qualche piccola frustrazione aiuta il bambino a crescere, per questo bisogna accontentare le richieste solo entro certi limiti. Se per esempio chiede un giocattolo particolare o molto costoso, bisogna cercare di capire se è un giocattolo con cui giocherà veramente.Può succedere infatti che un bambino chieda un giocattolo solo perché l’ha visto a un amichetto: e questo è  normale, ma non vuol dire che bisogna assecondare tutte le sue richieste.

-Per quanto riguarda i ragazzini, invece, è importante non esagerare con giochi per il computer ,o con quelli elettronici, perché rendono i ragazzi sempre meno creativi e se usati in continuazione, portano a una certa dipendenza.

-Ci sono molti bambini che a Babbo Natale chiedono un cucciolo, ma prima di assecondare questo desiderio, i genitori devono valutare seriamente se c’è la possibilità di gestirlo. Adottare un cucciolo è sempre una grande responsabilità e se poi non è trattato in maniera adeguata, per il bambino può diventare un esempio diseducativo, oltre che essere un grave danno per il cucciolo.

-Non fate mai mancare tra i regali una vera sorpresa. Perché è bella l’idea che il bambino possa scoprire qualcosa di nuovo, di non previsto. E non preoccupatevi se a volte rimane un po’ deluso dai regali, può succedere. Anche in questo caso date loro una spiegazione: che certi giochi li riceverà quando sarà più grande, e che per adesso ne ha avuti altri molto belli,se si cerca la spiegazione più convincente, la delusione passerà in fretta.

-La cosa più importante però è che in casa ci sia un clima di allegria, che il bambino senta che tra le persone della famiglia c’è un rapporto affettuoso, affinché impari che ci sono valori più importanti dei regali, come lo stare bene insieme.

Foto: deabyday.tv

solstizio 2014 cade il 22 dicembre

Solstizio d’inverno 2014: cade il 22 dicembre, con la notte più lunga dell’anno arriva l’inverno

Natale 2014, dieta: cosa mangiare per prevenire i kg di troppo delle feste