in ,

Naufragio Lampedusa, tragedia in mare: 18 morti lungo le coste sud dell’isola

Nel Mediterraneo si continua a morire. Si è consumata solo poche ore fa l’ennesima tragedia in mare: dopo il naufragio di ieri lungo le coste della Libia, in cui hanno trovato la morte 20 uomini mentre 170 risultano ancora dispersi, un’altra luttuosa notizia coinvolge uno dei mari più belli dell’interno globo, il nostro amato Mar Mediterraneo, dove, durante la notte appena trascorsa, ha naufragato una piccola imbarcazione con a bordo all’incirca 100 uomini.

lampedusa

È stata una notte di duro e frenetico lavoro per gli uomini della Marina Militare impegnati nell’operazione Mare Nostrum che, in un’operazione repentina, sono riusciti a recuperare l’imbarcazione che stava naufragando a sud dell’isola di Lampedusa. Concitate le manovre di soccorso: 73 persone sono state tratte in salvo, recuperando invece i cadaveri di 18 migranti che si trovavano a bordo dell’imbarcazione. Le spoglie dei 18 clandestini morti durante il loro ‘viaggio della speranza’ saranno portati a Pozzallo; nel porto del Ragusano attraccheranno anche i 73 superstiti che troveranno ospitalità nei centri d’accoglienza della città.

“Solo i ciechi non vedono ciò che sta accadendo – ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano, che ha poi continuato – più si aggrava il problema della frontiera del Mediterraneo più si capisce che Mare Nostrum dev’essere sostituita da un’azione europea”. Sottolineando che l’operazione Mare Nostrum ha salvato migliaia di vite umane, il ministro italiano presto sottoporrà una nuova proposta che coinvolgerà l’Unione Europea per porre un freno a questa grave piaga che ha trasformato il Mar Mediterraneo in una tomba silenziosa per migliaia di uomini.

Controesodo e maltempo

Controesodo sotto la pioggia: italiani in rientro dalle vacanze, traffico da bollino rosso

Castello Sforzesco rubati quadri

Furti d’arte a Milano: rubati 3 quadri al Castello Sforzesco