in ,

Naufragio nel canale di Sicilia: 200 morti, drammatico racconto dei superstiti

Inizialmente si era ipotizzato un bilancio di 29 vittime a seguito dell’incidente occorso di fronte alla coste libiche di uno dei tanti barconi carichi di profughi disperati. Adesso la conta dei morti è salita drammaticamente arrivando a sfiorare i 200. A fronte dei racconti dei sopravvissuti, testimoni della tragedia, i numeri paiono molto differenti.

Il mare forza 8 ha rovesciato la bagnarola sopra la quale viaggiavano almeno 105 profughi, c’erano anche altri due gommoni, uno si è sgonfiato portando a morte per annegamento o assideramento le persone a bordo. Altre 29 persone sono morte assiderate durante il tragitto verso l’ospedale, dopo essere state soccorsi dalla Guardia Costiera.

A gettare ancor più nello sgomento è un’altra scoperta amara: i morti per assideramento, i cui corpi sono a disposizione rispetto ai dispersi, erano giovanissimi: dai 15 ai 20 anni secondo gli esami autoptici.

operazione carabinieri contro truffe anzini

Cohousing a Roma: anziani e giovani migranti si incontrano nel progetto ‘Homefull’

sanremo ascolti

Sanremo 2015, ascolti: esordio col botto per Carlo Conti