in

Navigare in incognito su Tor è rischioso per la privacy: l’indirizzo IP è visibile agli hacker a causa di un bug sul browser

La privacy è il primo obiettivo di ogni browser, Pc, e smartphone che si rispetti e le aziende di elettronica e telefonia cercano sempre di migliorare la sicurezza informatica dei loro dispositivi. Capita, però, che in alcuni casi la falla, il bug o l’errore nella sicurezza venga rivelato troppo tardi. Il rischio in questo caso diventa più alto.

Una di queste situazioni riguarda un bug sul browser Tor. Dalle rivelazioni di Edward Snowden, infatti, era emerso che il Browser Tor e le virtual private networks o VPN erano stati considerati come i sistemi migliori per proteggere la propria privacy e l’identità online, rispetto alla criptazione dei dati. Il fatto è che questa affermazione non sembra del tutto vera.

È stato recentemente scoperto un nuovo tipo di bug sul browser Tor in grado di sfruttare le VPN per avere accesso all’indirizzo IP di un utente qualsiasi. Il problema, infatti, emerge nel momento in cui si cominciano a cercare informazioni su un determinato utente che sta utilizzando una VPN. Riuscire ad aggirare l’ostacolo non sembrerebbe, però, molto difficile. Secondo gli esperti, infatti, basterebbe negare l’accesso alle forwarded ports da parte dei reali indirizzi IP degli utenti. Private Internet Access, Ovpn.to e nVPN sono le compagnie nel quale il bug si è presentato, ma essendo notizia di una settimana fa, probabilmente hanno già provveduto a sistemare la falla.

Photo Credit: Ronstick/Shutterstock.com

The Vampire Diaries 7 come The Originals 3: non verranno cancellati, la conferma del cast

Un Posto al Sole anticipazini settimanali

Un Posto al Sole anticipazioni settimanali 30 Novembre – 4 Dicembre 2015: Ferri colpevole della scomparsa di Miriam?