in

Navigare sul web produce CO2: come ridurre l’ impatto ambientale

Navigare in rete inquina e produce CO2. Facendo semplici gesti ormai consueti a tutti: inviare e-mail, guardare video, navigare sulle pagine web, è impattante sull’ambiente e più lo si fa più si inquina. Uno studio dell”Agenzia francese per l’ambiente ed il controllo energetico (Ademe), riportato sul quotidiano Le Parisien, dimostra come il solo invio-ricezione di una e-mail (1 megabyte) possa produrre 19 grammi di anidride carbonica.

e-commerce

Spedire 8 e-mail equivarrebbe dunque a produrre la stessa quantità di CO2 di un’automobile che percorre un chilometro! La situazione peggiora, naturalmente, se nella mail vengono inseriti più destinatari o ne aumenta il peso allegando immagini, documenti, video. In Francia, l’impiegato di un’azienda di oltre 100 persone riceve in media ogni giorno 58 mail e ne invia a sua volta 33, che pesano in media un mega. Se si contano 250 giorni lavorativi all’anno, questo corrisponde a 13,6 tonnellate di CO2 emesse.

Come poter controllare le emissioni di CO2 prodotte dal nostro uso del web? Dal sito CO2web.it è possibile poter vedere quanto inquinamento produciamo stando davanti ad internet giorni interi. Chi sfrutta il web per 100 ore al mese in un anno riesce ad emettere a fine anno 86,4 kg di CO2, pari alla CO2 emessa durante un viaggio andata e ritorno in automobile tra Milano e Bologna (considerando una cilindrata media). Il problema risulta enorme se si riflette sull’uso globale di mezzi che hanno ampliato le conoscenze, ridotto le distanze, facilitando e cambiando la vita di tutti. Attraverso il sito CO2web.it, è possibile compensare le emissioni prodotte dal proprio uso del web utilizzando il “Decalogo per la sostenibilità”. Ovviamente per i più virtuosi ed ecologisti è possibile compensare le emissioni legate alle pageview del proprio sito web. Ciò avviene da Rete Clima, ente no-profit che propone azioni per la sostenibilità ambientale e il contrasto al cambiamento climatico, tramite la posa di alberi in Italia.

photo credit: Robert S. Donovan via photopin cc | ganderssen1 via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

mare ponza

Ponza, in vacanza gratis a contatto con la natura

Il caffè può aiutare a salvare la vista