in

Nba: gli Spurs ritirano la maglia di Tim Duncan: “Grazie di tutto”

Nba, Tim Duncan e la maglia ritirata

La storia della Nba 2016 è fatta di addii commossi, ritiri inaspettati, storie che mutano. Ne parleremo tra qualche giorno, qui su UrbanPost, ma intanto nella notte gli Spurs hanno voluto omaggiare Tim Ducan ritirando la sua canotta, la numero 21.  Duncan, dunque,  è diventato l’ottavo giocatore nella storia degli Spurs ad avere l’onore di vedere la propria maglia ritirata; gli altri sono Gervin, Robinson, Elliott, Silas, Johnson, Moore e Bruce Bowen.

Tim Duncan: “Grazie a tutti”

“A tutti i fan qui, a tutti i fan di San Antonio, grazie. L’amore e il supporto che mi avete dato è incredibile, soprattutto nelle ultime due settimane. Dai miei compagni, dai ragazzi con cui ho passato tutta la mia vita, da quelli con cui ho giocato solo un anno o due, fino a voi che scherzate qui vicino; vi ringrazio per la vostra stima, per le parole che avete speso per me, per l’affetto che avete per me e per quello che ho rappresentato per voi.” ha iniziato così Tim Duncan il lungo discorso di ringraziamento nella notte di Nba.

Per poi proseguire: “E non riesco neanche a spiegarvi quanto voi siete stati importanti per me, da voi ho avuto molto di più di quello che io vi ho dato. Non riesco a spiegarvelo,ma lo so, e vi ringrazio per questo. Ve lo devo dire, questa sera ho già vinto molte scommesse; non ho indossato jeans, mi sono messo la giacca, e ho parlato per più di 30 secondi. Grazie San Antonio.”

Tim Duncan ritiro

Tim Duncan, l’emozione di Popovich: “Un giocatore incredibile”

Il coach Popovich, nel dopo-partita degli Spurs, ha voluto evidenziare come della sfida con i Pellicans gli interessasse ben poco. “Non voglio parlare dei punti, dei rimbalzi e di tutte queste cose; quest’uomo ha fatto si che qualsiasi giocatore portassimo in maglia Spurs, si integrasse alla perfezione nella cultura che abbiamo creato qui a San Antonio e diventasse parte del programma.”

Per Popovich, infatti, Tim Duncan: “È stato un giocatore speciale, per il modo in cui ha guidato la squadra senza alzare la voce, per il modo in cui è stato un leader perfetto in tutti questi anni. Questo è  il miglior commento che posso fare riguardo a Tim; posso onestamente dire a suo papà e a sua mamma, che non sono più tra noi, che l’uomo che ho qui di fronte, è la stessa persona di quando è entrato da quella porta il primo giorno.”

VENEZIA ESPLOSIONE POMPA BENZINA

Fossò, esplosione al distributore di benzina: morto un uomo di 43 anni

Serie A 18^ Giornata

Calendario Serie A 2016/2017 diciottesima giornata: orari, diretta TV, streaming