in

Nba news risultati e highlights della notte: Bryant non basta, Anthony annientato da Thompson

I risultati della notte Nba non regalano particolari sorprese. I Los Angeles Lakers continuano a perdere, Golden State Warriors continua a vincere; tutto nella norma dunque sui parquet americani. Curry e compagni, difatti, hanno superato New York Knicks oltrepassando la soglia dei 110 punti e mettendo in cassaforte la quarantaquattresima vittoria stagionale grazie a uno stratosferico Klay Thompson autore di ben 34 punti sufficienti a rendere vana la serata perfetta di Carmelo Anthony (24 punti e 10 rimbalzi vincenti). I Lakers di Bryant, invece, hanno ceduto il passo dinnanzi ai propri tifosi contro Charlotte per 101-82. Marvin Williams, nelle fila ospiti, ha siglato 19 punti e 12 rimbalzi offensivi contro i 23 di Bryant.

Serata ok per Orlando che in casa propria supera Boston Celtics non senza poche difficoltà: risultato finale di 119-114 in una partita molto equilibrata; dopo il primo quarto vinto dagli ospiti, l’andamento del match ha visto sempre i padroni di casa restare davanti nei punti grazie soprattutto a Marcus Smart (26 canestri realizzati). Cris Bosh porta Miami Heats al diciottesimo successo del campionato con 18 punti siglati, sufficienti a dominare su Atlanta: gli ospiti hanno fatto registrare una pessima percentuale a canestro nel primo periodo tanto da non superare, né nel primo né nel secondo quarto la soglia dei diciassette punti. Risultato finale di 105-87.

Nella gara di apertura della notte Nba, invece, Jimmy Butler ha provato ancora a trascinare i Chicago Bulls verso la gloria ma il basket è un gioco di squadra e portare la croce da solo non è sintomo di vittoria. Non sono bastati i 23 punti messi a referto contro i Los Angeles Clippers: i padroni di casa, trascinati da Jamal Crawford (26 canestri) hanno ottenuto la terza vittoria consecutiva, trentaduesima complessiva, con un 120-93 finale in una sfida senza alcuna discussione. Zaza Pachulia, al centro delle polemiche social nel mondo della palla a spicchi italiana per la sua selezione all’All Star Games, ha raccolto la bellezza di 15 rimbalzi offensivi nella sfida vinta da Dallas contro Phoenix. Zaza, insieme a Daron Williams (27 punti) ha contribuito alla vittoria per 91-78. Tiratissima la sfida tra Portland e Minnesota; hanno avuto la meglio i padroni di casa con un distacco di soli tre punti grazie alla buona prova offerta da Lillard (21 punti e 8 assist) al cospetto di Karl Anthony Williams capace di siglare 21 punti e 13 rimbalzi offensivi e raccoglie la palma di “mvp” della sfida.

Calciomercato: Roma Perotti ora è ufficiale, Quagliarella Sampdoria stretta finale

turista morta Il Cairo

Studente italiano scomparso a Il Cairo: nessuna traccia dal 25 gennaio