in

Nba risultati e highlights della notte, Steph Curry monumentale, sorpresa Cavaliers

Se ieri il menù della Nba era davvero scarno, questa notte il basketball americano ci ha regalato partite ed emozioni capaci di far sognare ogni fan della palla a spicchi. Numeri, giocate, sorprese, tutto presente nell’incredibile serata del 3 febbraio. Partiamo da chi, sorprendentemente, non ha ottenuto i canonici due punti: i Cavaliers di Lebron James, difatti, impegnati sul campo di Charlotte hanno ceduto il passo perdendo 106-97 e raccogliendo la tredicesima sconfitta stagionale; nonostante ciò, va registrato l’ottimo periodo di forma per Irving (26 punti) mentre tra le fila dei padroni di casa è stato Lin a conquistare la scena con 24 punti e 8 assist. Partita senza storia tra Atlanta e Philadelphia con gli ospiti bravissimi a chiudere la pratica subito e gestire le energie per i prossimi impegni: 124-86 il risultato finale  e ventisettesima sconfitta stagionale per Philadelphia. Tornano al successo i Boston Celtics che, sul proprio parquet, superano Detroit con il risultato finale di 102-95 con Thomas premiato come miglior giocatore del match.

Nella notte Nba è toccato a Miles conquistare la scena a Brooklyn con la casacca degli Indiana: 27 punti realizzati e vittoria ottenuta per 114-100. Di scena nella capitale, invece, Golden State Warriors hanno cercato di non far rumore ma, con un giocatore come Steph Curry, risulta essere molto difficile: la stella della Nba, autentico trascinatore dei Warriors da due anni, ha realizzato la bellezza di 51 punti in soli 36 minuti giocati. Numeri da capogiro, inspiegabili a cui neanche il buon Wall (41 canestri siglati) è riuscito a opporre resistenza. Il finale di gara ha visto gli ospiti avere la meglio su Washington per 134-121. Poi, la solita coppia dei sogni di Oklahoma capace di non far più notizia in questa stagione: i Thunder hanno avuto la meglio, davanti al proprio pubblico, su Orlando con il risultato finale di 117-114 grazie ai 37 punti di Durant (stesso score di Oladipo) e i 19 rimbalzi e 14 assist decisivi di Westbrook.

Durante la serata Nba, nonostante la prestazione superba del tedesco Nowitzki, autore di 28 punti insieme alle solite statistiche di Zaza (15 rimbalzi e 4 assist), Orlando ha ceduto il passo a Miami Heat per un risultato finale di 93-90 grazie alla buona prova di Bosh (20 punti a referto). LaMarcus Aldridge ha tutte le carte in regola per diventare la nuova stella lanciata da coach Popovich: ancora 36 punti per la guardia di San Antonio Spurs grazie ai quali, i padroni di casa, sono riusciti a superare New Orleans per 110-97 e mettere in cascina il quarantunesimo successo della stagione. Vittoria esterna per Chicago Bulls al cospetto di Sacramento nonostante la prova al di sotto delle aspettative di Butler mentre i 31 punti realizzati da Wiggins con la casacca di Minnesota ha consentito ai Timberwolves di ottenere il successo sui Los Angeles Clippers (108-102). Chiudiamo con Danilo Gallinari, autore di una prestazione ottima con la casacca dei Denver grazie ai 24 punti messi a referto ma non utili alla vittoria finale dei Nuggets: ad Utah sono i Jazz ad avere la meglio con il risultato finale di 85-81.

Anticipazioni Uomini e Donne 4 Febbraio: in onda il trono over

san valentino 2016, san valentino 2016 outfit, san valentino 2016 come vestirsi, san valentino 2016 outfit cena, san valentino 2016 idee,

San Valentino 2016 outfit: come vestirsi per la festa degli innamorati