in

Nba risultati e highlights della notte: tonfo Durant, Steph Curry stupefacente, incredibile Philadelphia

Nella notte americana di Nba sono state ben dieci le sfide in programma andate in scena. Tra queste da segnalare, senza dubbio, la bella vittoria dei campioni in carica dei Golden State contro Portland: i Warriors hanno ottenuto il cinquantottesimo successo della regular season dominando, per larghi tratti, un match senza storia con protagonista il solito Steph Curry capace di mettere a segno diverse triple nel primo periodo tanto da tagliare le gambe a Lillard e compagni. Il risultato finale, 128-112, regala la trentaduesima sconfitta a Portland nonostante la buona prova di McCollum con 18 punti mentre Klay Thompson conquista la palma di migliore in campo con 37 canestri messi a referto.

Sconfitta a sorpresa, invece, per Kevin Durant e i suoi Thunder: sul parquet di Oklahoma, infatti, i City vengono superati, seppur di misura, da Minnesota con il punteggio finale di 99-96. Non sono bastati, così, i 28 punti siglati da Durant a cui ha risposto Dieng con 25 canestri. Quella subita questa notte è la ventunesima sconfitta stagionale per Westbrook e compagni. Bella vittoria per Miami che, con il punteggio di 118-96, ha superato i Chicago Bulls. In un match inizialmente combattuto a fare la differenza è stato Goran Dagic con 26 punti mentre dall’altra parte a poco è valsa l’ottima prova, come sempre, di Pau Gasol autore di 17 punti, 12 rimbalzi e 9 assist. Vittoria esterna anche per gli Houston: i Rockets, trascinati dal solito James Harden, hanno trovato il successo sul parquet di Boston al cospetto dei Celtics. Punteggio finale di 102-98 con Harden autore di 32 punti e Thomas, per i Celtics, di 30. Gli Utah Jazz, invece, ritrovano il sorriso annientando, dinnanzi al proprio pubblico, il malcapitato Washington: 114-93 il punteggio finale con Shelvin Mack protagonista grazie ai 27 punti messi a referto.

Una delle notizie più intriganti dell’ultimo turno di Nba è senza dubbio la vittoria di Philadelphia: il fanalino di coda della stagione ha trovato il nono guizzo stagionale superando, tra le mura amiche, Brooklyn che, a dire la verità, non è certo nella sua migliore stagione. Il punteggio di 95-89 in favore dei padroni di casa è stato condizionato dalla prova corale di Philadelphia e, soprattutto, dai 16 punti siglati da Carl Landry. Vittoria interna anche per Charlotte al cospetto dei Detroit Pistons: 118-103 in favore dei padroni di casa, giunti al trentaseiesimo successo stagionale, Marvin Williams capace di mettere a segno 22 punti e raccogliere 6 rimbalzi offensivi. Bella vittoria anche per Memphis sul proprio parquet: 121-114 il risultato finale in favore dei padroni di casa contro New Orleans e palma di migliore in campo a Lance Stephenson con 33 punti messi a referto. Sconfitta interna, piuttosto, per Sacramento contro gli Orlando Magic: gli ospiti hanno trovato il ventottesimo successo stagionale con il risultato di 107-100 grazie alla bella prova di Gordon autore di 20 punti e 7 rimbalzi offensivi. Chiudiamo con la vittoria dei Clippers a Los Angeles contro i Knicks: New York ha raccolto la quarantesima sconfitta della stagione con il punteggio di 101-94 in virtù dell’ottima prova fornita da Chris Paul, autore di 24 punti in favore dei Clippers.

Dimissioni per giusta causa

Dimissioni per giusta causa e Naspi Inps: tutto quello che bisogna sapere

salone libro torino bando startup digitali

Salone del Libro di Torino 2016, bando per startup innovative dell’editoria digitale