in

Nba risultati e highlights della notte: tonfo LeBron, Curry trascina i Warriors alla gloria

Notte di spettacolo quella appena trascorsa in America: la Nba non smette mai di sorprendere e questa volta ci regala una notizia clamorosa. Difatti, LeBron James e compagni, dopo aver asfaltato nella giornata precedente i Thunder, sono caduti davanti al proprio pubblico contro Detroit Pistons: i Cavs, forti di un Irving formato gioventù (30 punti per lui), hanno peccato sia nella percentuale del tiro sia nella fase difensiva tanto da chiudere il match con il passivo di 96-88 e consegnando a Reggie Jackson la palma del migliore della partita. Vittoria netta, invece, per l’ex squadra di LeBron James: i Miami Heat. Davanti al proprio pubblico Dragic e compagni si sono imposti con il punteggio di 101-93 al cospetto dei Pellicans nonostante una prova “monstre” di Paul George, autore di 31 punti, 11 rimbalzi e 4 assist.

Dagli altri campi Kyle Lowry asfalta, letteralmente, i Knicks in quel di New York portando Toronto al trentasettesimo successo della propria stagione: con 22 punti, 11 rimbalzi e 11 passaggi decisivi, Lowry ha ottenuto la palma di migliore in campo con la casacca di Toronto; la compagine canadese ha chiuso il match con un netto 122-95 allungando, nel risultato, negli ultimi due quarti. Scivolone dei Lakers, giunti alla quarantasettesima sconfitta della stagione, questa volta contro i Milwaukee Bucks: 108-101 il risultato in favore dei padroni di casa grazie all’ottima prova di Antekoumpo, dominatore di tutte le statistiche con 27 punti, 12 rimbalzi offensivi e 10 assist. Sorride, invece, l’altra formazione di Los Angeles, i Clippers, bravissimi ad annientare dinnanzi ai propri tifosi i Phoenix Suns: risultato finale di 124-84 per i padroni di casa con un passivo di ben quaranta punti e trentasettesima vittoria messa in cassaforte per Chris Paul e compagni.

Chiudiamo il riepilogo della notte Nba con la grandissima vittoria dei Golden State Warriors trascinati da un super Curry: in casa di Atlanta i campioni in carica si sono affermati per 102-92 grazie ai 36 punti refertati dal proprio leader e a una prova interessante di Green, autore di 14 rimbalzi e 9 assist decisivi. Non è bastata, invece, nelle fila di Atlanta la buona prova di Horford, capace di andare a segno 23 volte e di mandare a punti in 6 occasioni i propri compagni di squadra. Infine, Minnesota batte di misura Boston Celtics grazie alla prova fornita da Towns: 124-122 il punteggio finale in favore dei padroni di casa e diciottesima vittoria del proprio campionato.

ddecollo droni usa da base sigonella

Isis: da base Sigonella droni Usa per contrastare Stato islamico in Libia

Milan news

Napoli-Milan, Zapata: ‘Higuain mi è sembrato molto nervoso’