in

Nba risultati e highlights della notte: i Warriors ok nonostante Durant, finalmente Cavaliers

Nella notte tra sabato e domenica la Nba ha regalato il solito spettacolo e si prepara all’evento dell’anno: l’All Star Games in programma dal prossimo venerdì. Iniziamo dalla sfida della notte, quella disputata sul parquet dei Golden State Warriors e che ha posto di fronte Curry e Kevin Durant: Oklahoma Thunder ha provato a infliggere la quinta sconfitta stagionale ai padroni di casa ma non ha avuto la forza di recuperare il parziale del primo tempo (73-59). Curry è stato autore di 26 punti e 10 assist, Kevin Durant ne ha messi dentro 40 con 12 passaggi vincenti per il solito Westbrook; il risultato finale ha premiato i Warriors con il punteggio di 116-108. Nonostante un Paul Gasol formato Nazionale, i Chicago Bulls non riescono ad avere la meglio sul campo di Minnesota e raccolgono la ventitreesima sconfitta della season: 25 punti, 8 rimbalzi per il giocatore iberico contro i 26 canestri e i 17 rimbalzi della rivelazione Anthony Towns. Finale per i padroni di casa 112-105.

Nella notte Nba, Kyle Irving ha chiuso una settimana disputata a mille, mettendo a segno altri 29 punti grazie a cui i Cavaliers sono tornati al successo al cospetto dei New Orleans Pellicans; risultato finale di 99-84 in quel di Cleveland con LeBron James autore di 8 assist vincenti. Non è bastato il solito, instancabile, James Harden con 33 punti messi a referto: i Rockets Houston hanno ceduto il passo davanti al proprio pubblico contro Portland per un finale di 96-79; da registrare la prova fornita da Lillard, 21 canestri e 10 passaggi vincenti. Bene anche Charlotte con Nikolas Butum sugli scudi, autore di una prova che gli ha consentito di essere protagonista in tutte le statistiche: 26 punti, 11 rimbalzi e 9 assist nella vittoria ottenuta contro Washington (108-104). In pareggio il bilancio degli Utah Jazz: 25 vittorie, altrettante sconfitte nel corso della stagione; questa volta i Jazz sono stati corsari sul campo dei Phoenix Suns per 98 a 89 grazie a Rodney Hood (25 punti).

Continua la striscia vincente degli Spurs davanti al proprio pubblico: a farne le spese questa volta i Los Angeles Lakers di Kobe Bryant, autore anche questa notte di una prova da ricordare con 25 punti e 7 assist per i suoi. Neanche a dirlo, coach Popovich ha avuto la meglio grazie al solito Aldridge sempre più trascinatore del team con 26 punti messi a referto. 106-102 il risultato finale e quarantatreesima vittoria della stagione per San Antonio. Vittoria di Dallas sul parquet di Memphis (114-110) con Chandler Parsons “mvp” grazie ai 26 punti e 8 rimbalzi segnati sul tabellino; scivola Brooklyn in casa di Philadelphia grazie alla prova di Okafor (22 canestri e 17 rimbalzi). Chiudiamo con Paul George che ha portato al successo gli Indiana contro Detroit: finale di 112-104 per i padroni di casa e 30 punti realizzati da George.

terremoto oggi ragusa e messina

Terremoto oggi in Sicilia: 5 scosse nella notte a Ragusa e Messina

Leicester-Porto probabili formazioni Champions League

Leicester, Jamie Vardy rinnova fino al 2019, l’ex operaio guadagnerà 5 milioni