in ,

‘Ndrangheta, Giuseppe Giorgi arrestato: il baciamano per salutare il “boss” (VIDEO)

‘Ndrangheta, Giuseppe Giorgi è stato arrestato nella giornata di ieri. Ma quel che sta facendo discutere sono le immagini eloquenti trasmesse dal TG1: le telecamere hanno ripreso il momento in cui il super latitante Giuseppe Giorgi, detto ‘U capra’, esce ammanettato dalla casa di famiglia a San Luca. Abbracci e baciamani per il boss da persone accorse evidentemente a omaggiarlo, platealmente, noncuranti della presenza dei Carabinieri e delle stesse telecamere. Giorgi, 56 anni, nato a San Luca, in provincia di Reggio Calabria, è ritenuto elemento di vertice dell’articolazione Romeo alias Staccu operante proprio a San Luca e con ramificazioni in tutta la provincia ed in altre in ambito nazionale ed internazionale.

>>> Arrestato Giuseppe Giorgi <<<

Nell’agosto del 1994 era riuscito a sottrarsi all’arresto nell’ambito dell’operazione denominata ‘Sorgente’. Questa volta il latitante è stato sorpreso nella notte all’interno di un ‘bunker’ rifugio in muratura, con accesso tramite botola a scorrimento mediante sofisticato congegno, ricavato al di sopra di un camino, sito all’interno del locale cucina della propria abitazione. Si tratta di un immobile di più piani e composto da più appartamenti ove dimora tutta la famiglia Romeo.

>>> Tutto sul mondo delle news <<<

Al momento dell’arresto Giorgi era disarmato e non ha opposto resistenza. Nel corso della perquisizione è stata rinvenuta all’interno dello stabile in un intercapedine ricavata in una parete, la somma di 156.900 in banconote di vario taglio, sigillate in buste sottovuoto. La somma è stata sequestrata.

Candidati M5s parlamentarie elezioni 2018

Sondaggi elezioni politiche 2017, il Movimento 5 Stelle è il partito di giovani e operai (TABELLA)

Luciano Pavarotti, Ron Howard dirigerà un documentario sul Tenore per il cinema