in ,

Negozi chiusi nei giorni festivi: il governo accelera su nuova legge ma è polemica

Il governo Renzi accelera sul decreto legge che imporrà l’obbligo per le attività commerciali di chiudere nei festivi, almeno per 12 giorni all’anno, dando così un duro colpo alle liberalizzazioni intraprese dall’esecutivo Monti. È infatti quasi pronta la legge che imporrà ai negozi la chiusura nei festivi, e già monta la polemica. Secondo l’iter del decreto legge che sta prendendo forma, a fine 2014 la Camera aveva già approvato in prima lettura la nuova legge sugli orari dei negozi, ed ora l’esecutivo Renzi starebbe premendo sull’acceleratore per concludere.

Da ieri, infatti, le nuove norme sono tornate ad esser oggetto di dibattito alla Commissione Industria del Senato. Cosa accadrà allorquando la proposta diventerà legge a tutti gli effetti? Saracinesche abbassate e niente shopping a Capodanno, Epifania, 25 aprile, Pasqua, pasquetta, Natale, 2 giugno etc etc. L’impossibilità per i commercianti di fare ‘affari’ proprio nei periodi dell’anno dove gli acquisti solitamente s’impennano, soprattutto a Natale e Capodanno, in concomitanza con i saldi di fine stagione.

Saranno tuttavia concesse delle deroghe ai commercianti, previa comunicazione al Comune di appartenenza. Dalle nuove norme verranno inoltre esclusi bar e ristoranti.

Samuelle Daves muore suicida: il messaggio dell’associazione che ha sostenuto

Italia – Lituania 85-95 sintesi e highlights Europei Basket 2015