in ,

NekNominate, ubriacarsi su Fb: il gioco al massacro che spopola sul web

Va di moda tra i giovani ubriacarsi via social network. Si beve, ci si ubriaca di superalcolici fino allo sfinimento e ci si filma. Poi il video finisce su Facebook e si lancia la sfida ad un altro amico, che deve dimostrare di saper fare di meglio entro 48 ore. Si chiama NekNominate, un gioco pericolosissimo, talvolta anche letale, che si sta diffondendo fra i ragazzi di tutta Europa e non solo. Su You Tube impazzano i filmati di giovani stravolti dall’alcol, protagonisti inconsapevoli della propria autodistruzione scambiata per divertimento. Lo fanno per sentirsi importanti, guardati, al centro dell’attenzione. Forse.NekNominate

Johnny Bryne, 19 anni, Ross Cummins 22, Isaac Richardson, 20, Stephen Brookes, 29, sono solo alcuni dei nomi di adolescenti che hanno perso la vita in questo modo assurdo. L’aspetto più inquietante di questa faccenda, sulla quale i medici mettono in guardia i genitori dei ragazzi coinvolti, è che dalla Rete non viene preso alcun provvedimento che possa arginare questo fenomeno. Basti pensare che i video dei giovani morti di recente non sono stati rimossi, anzi, registrano tuttora migliaia di visualizzazioni.

Dà da pensare che Facebook, che dovrebbe monitorare i contenuti di ciò che gli utenti condividono, non abbia preso alcuna iniziativa di censura o denuncia di questa moda. Al contrario, in quanto condivisi ed apprezzati da migliaia di ‘like’, questi video sono contornati da spot pubblicitari benché veicolino messaggi dannosi, preoccupanti e, purtroppo, emulati da tantissimi adolescenti.

 

Tutti col naso all’insù per guardare le evoluzioni acrobatiche del giovane Renzi

Laura Chiatti e Marco Bocci

Marco Bocci e Laura Chiatti, nozze in vista a Perugia