in ,

Nella striscia di Gaza è la guerra dei bambini: chiuso aeroporto Tel Aviv

Non accadeva dalla prima guerra del Golfo e, per un breve periodo, dal 2012. Ieri è stato chiuso l’aeroporto di Ben Gurion di Tel Aviv: un missile lo ha sfiorato e molti altri hanno colpito obiettivi vicini. Questo a testimonianza del senso di imprevedibilità e di paura diffusi anche a livello internazionale sull’offensiva dell’esercito israeliano contro Hamas. I vettori americani, Lufthansa, Air France e anche Alitalia hanno cancellato i loro voli sull’unico scalo del paese ebraico. In molti scali europei, ma più in generale in molte città dove monta la protesta anti-israeliana, c’è il rischio di attentati.

raid aerei striscoa di gaza ultime notizie

Nella guerra nella striscia di Gaza sono già morti 121 bambini, con Unicef che parla di 900 minori feriti. Onu e Nazioni Unite chiedono con forza la tregua. Il segretario Ban Ki Moon prega a Israele e Hamas di smetterla di combattere e di mettersi a parlare.

Ma come è possibile parlare quando il 73% della popolazione israeliana dichiara di essere d’accordo con la guerra e con l’offensiva dell’esercito regolare? Sono sondaggi dei giornali locali, alimentati anche dai funerali di stato dei 28 militari uccisi negli scontri. Con loro, sono 605 i morti nella striscia di Gaza.

Anticipazioni Il segreto mercoledì 23 luglio: Gregoria lascia Puente Viejo

news dal mondo

Aereo abbattuto in Ucraina da un missile esploso a poca distanza, sparato per errore