in

Neonata in pericolo di vita: tutta colpa di uno scorpione finito nel pannolino

Per tre giorni la vita della piccola Maria Sofia, una neonata di origini brasiliane di pochi giorni, è stata appesa ad un filo, messa a repentaglio da uno scorpione giallo (un esemplare raro quanto pericoloso) che finito dentro il pannolino aveva punto la bimba diverse volte.

A salvare Maria Sofia la giovane madre che prontamente ha accompagnato la bambina in ospedale, dopo essersi accorta che c’era qualcosa che non andava: la figlia, infatti, faceva fatica a respirare. In più non aveva appetito ed era particolarmente accaldata. Quando la madre ha trovato nel pannolino lo scorpione non ha perso tempo. In clinica i medici hanno constatato che l’insetto aveva punto la neonata almeno sette volte, inoculandole certamente il veleno. I dottori le hanno così somministrato l’antidoto proprio per contrastare il liquido nocivo dello scorpione giallo. Fortunatamente, dopo qualche ora, la piccola ha ripreso a respirare normalmente. Come ha evidenziato lo staff medico fondamentale è stata la tempestività della mamma di Maria Sofia: sembra assurdo ma sarebbero bastate due ore dopo la prima puntura dell’insetto per escludere ogni opportunità di salvezza. Per 72 ore la piccola è stata tenuta sotto osservazione, monitorata dai medici, che alle tv locali hanno spiegato che al momento la bambina è fuori pericolo.

La madre di Maria Sofia ai giornalisti ha raccontato l’accaduto, tuttora terrorizzata e incredula: «Ero così spaventata quando ho aperto il pannolino di Sofia e ho scoperto lo scorpione, sono stata colta dal panico perché avevo troppa paura di toglierlo, quindi sono corsa a chiedere aiuto a una guardia che ha rimosso la creatura!». La mamma, però, non è ancora tornata a casa: sotto choc la donna ha deciso di andare a vivere per un po’ da alcuni parenti. A soli tre giorni dalla nascita Maria Sofia ha rischiato di morire, fortunatamente per lei e i familiari, la sua storia, rimbalzata da un rotocalco all’altro, riportata per la prima volta dal Daily Mail, ha avuto un lieto fine.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Ermal Meta Concerto San Vito Lo capo 28 settembre 2018

Ermal Meta concerto San Vito Lo Capo: recensione, foto e video inediti

Romina Power sensuale ancora oggi: lo scatto hot su Instagram fa impazzire i fan