in ,

‘Neshou’ e ‘Hey Fattie!’, le App che ti insultano per farti dimagrire

Altro che dieta del minestrone, ‘a zona’, dissociata e quant’altro: arrivano due App made in Giappone, Neshou e Hey Fattie!, che a suon di insulti ed invettive dovrebbero – il condizionale è più che mai pertinente – aiutare a dimagrire anche le persone più refrattarie a privarsi del cibo e perdere peso.cibi calorici

Si scaricano sul telefonino e diventano un insolito vademecum che, ogni volta che si mangia troppo o non si è ligi nel seguire la dieta, inveiscono sulla persona a suon di improperi, polverizzando ogni briciola di autostima rimasta a chi è in sovrappeso. Immediata la presa di posizione dei dietologi, che si dicono contrari a simili metodi la cui efficacia risulta dubbia: “Gli insulti – come dice Giovanna Cecchetto, presidente dell’Associazione nazionale dietisti italiani (Andid)non fanno altro che diminuire ulteriormente la autostima di quei soggetti che non si trovano a proprio agio con il proprio corpo e vorrebbero dimagrire, incontrando però serie difficoltà nel perseguire l’obiettivo del dimagramento”.

Indurre forzatamente il dimagrimento, in questo caso concepito esclusivamente come “privazione di cibo”, si allontana drasticamente da quello che dovrebbe essere il primario e salutare obiettivo da perseguire: la ri-educazione alimentare del soggetto con evidente accumulo di adipe cui, solo in un successivo momento, dovrebbe seguire un naturale e progressivo dimagrimento. La Cecchetto ritiene pericolose siffatte tecnologie, troppo facilmente accessibili agli adolescenti, ai quali viene così inculcata l’idea del dimagrimento ‘facile’ senza sforzo né sacrifici: diete standardizzate come quelle proposte non sono affatto adatte agli adolescenti, ai quali più che un rigido regime alimentare serve un supporto educativo”.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Arturo Vidal

Calciomercato: Koke, Vidal e Ramires tra le preferenze del Barcellona (Video)

Autoscatto vip

“Selfie”, l’autoscatto al tempo dei social, è la parola star del 2013